Quando si pensa al mare e alla spiaggia, la prima immagine che a molte persone viene in mente è quella di forme sinuose baciate dai caldi raggi del sole. E le donne longilinee? Anche i loro corpi snelli e asciutti possono essere valorizzati al meglio, puntando su alcuni piccoli accorgimenti capaci di donare le giuste curve che in spiaggia attraggono le attenzioni dei presenti di sesso maschile. Ecco dunque alcuni semplici consigli per scegliere i costumi da bagno più indicati per queste tipologie di corpi che, con quelli più morbidi e sinuosi “tutte curve”, completano l’universo della fisicità al femminile.

Galleria di immagini: Come scegliere il costume da bagno ideale

Donna a triangolo rovesciato: al contrario di quello sopra esposto, il torace è più ampio rispetto alla circonferenza dei fianchi e della vita. Quindi, vale tutto il contrario di quanto detto prima: via libera dunque a tanga, perizoma, costumi con decorazioni e particolari anche vistosi. Per la parte superiore, da rendere meno appariscente, è invece meglio optare per bikini che diano poco nell’occhio, come i costumi dal design a fascia. Importante, se si vuole nascondere l’ampiezza delle spalle, è scegliere un costume con dei laccetti che si allaccino intorno al collo, in modo da creare uno scollo a V che aiuta a fare apparire meno robuste in quella delicatissima zona. I costumi interi sono permessi, sempre che abbiano uno scollo a V su cui concentrare l’attenzione, evitando così di focalizzarla sulle spalle già ampie.

La donna rettangolo, quella con torace, vita e fianchi quasi della stessa misura, è colei che può trarre maggior beneficio dai colori e dalle fantasie sgargianti tipiche dell’abbigliamento della stagione estiva. Nonostante non sia presente alcun tipo di curva ben definita da poter mettere in evidenza, è facile ritrovare nel decolleté e nell’area dei fianchi i punti strategici da valorizzare e far risaltare. Il bikini è sempre un valido alleato per qualsiasi tipo di conformazione femminile, ma in questo caso l’aspetto sarà migliore se si opta per un costume dai colori vivi, brillanti, che diano nell’occhio magari osando decorazioni, particolari e dettagli.

Anche in questo caso è consigliato il costume intero, a patto però che si tratti di monokini o trikini, caratterizzati da aperture e tagli che rendono il costume più vivo e in maggior misura fuori dagli schemi, conferendo al corpo una carica di fascino, irresistibile per chiunque. Da evitare, invece, i costumi sportivi o monocolore, poiché non in grado di conferire quelle curve tanto ricercate.