Da pochi giorni una linea di lingerie, famosa nel Regno Unito per pensare anche alle donne dalle forme molto generose, ha annunciato il lancio sul mercato della coppa L. La compagnia ha spiegato che le ragioni del lancio di un simile prodotto sono da rintracciarsi nella continua domanda di reggiseni dalle coppe sempre più “accoglienti”. Uno studio ha, infatti, dimostrato che, nel tempo, il corpo delle donne e, in particolare il seno, si sta trasformando.

Sembra, infatti, con buona pace dei chirurghi plastici, che il seno femminile stia gradualmente crescendo nelle nuove generazioni e, di conseguenza, le case produttrici di biancheria intima debbano soddisfare le richieste dettate dalle nuove esigenze delle donne, sempre più formose. Del resto, ogni donna sa quanto possa essere scomodo indossare la taglia sbagliata di reggiseno, con i conseguenti fastidi derivanti ferretti troppo stretti o dai segni inestetici lasciati dagli elastici e, ovviamente, più il seno è generoso, maggiori sono gli inconvenienti.

Negli anni ’50 la coppa media era una B, mentre ora sembra essere la D. Per intenderci: fino a cinquanta anni fa le donne portavano una seconda, mentre ora la taglia più venduta è l’equivalente di una nostra quarta. Ma a cosa è dovuta questa inattesa generosità nelle forme? La prima risposta che danno gli esperti è: il grasso. Michael Baum, medico specializzato nella cura del cancro del seno ha infatti detto che l’aumento di peso nelle nuove generazioni ha assunto le dimensioni di una vera e propria epidemia, da cui sono derivate anche un aumento nelle misure femminili.

Galleria di immagini: Curvy

In realtà, per altri studiosi questo è vero solo in parte. Il cambiamento nelle forme ormai si riscontra anche in donne molto magre ma dal seno importante. Gli stessi portavoce della casa di biancheria che ha deciso di aumentare le misure disponibili per le sue linee di reggiseni sostengono come ormai ci sia una grande confusione in materia. Qual è allora il vero motivo? Il dottor Marilyn Glenville, ha svelato l’arcano in una recente intervista al Daily email ha dichiarato che tutto è da ricondursi agli estrogeni.

Ormai le donne di oggi hanno gravidanze in età avanzata, e avendo meno figli sono maggiormente esposte agli sbalzi ormonali mensili. Sono certo che se guardassimo a fotografie risalenti all’epoca Vittoriana, in cui le donne avevano cinque o sei figli, le loro forme ci sembrerebbero abbastanza piatte.