Il matrimonio resiste a un corteggiamento su Internet? William Shakespeare scriveva “vanità il tuo nome è donna”, ma a quanto pare di fronte a una corteggiatrice non si tirano indietro neppure gli uomini. Ma attenzione, il divorzio potrebbe essere dietro l’angolo. Un sito di incontri extraconiugali, Gleeden.com, ha condotto un sondaggio con oltre 1400 iscritti da almeno sei mesi scoprendo che il 32% delle donne sposate si lascia corteggiare regolarmente.

Gli iscritti a questo sito ammontano a 300.000 solo in Italia, segno evidente che per molti le promesse del matrimonio cedono il passo alla vanità del corteggiamento. Non tutte le donne portano quindi la fede nuziale, il 16% non la indossa regolarmente, il 9% solo in occasioni particolari, mentre gli uomini hanno una tendenza più spiccata a non indossarla. Questo finché un eventuale tradimento non viene scoperto e il conseguente possibile divorzio potrebbe sollevare dall’incombenza di portare la fede.

Le ragioni del fenomeno sono diverse per gli uomini e le donne: per quanto riguarda il sesso forte, tra quanti la lasciano a casa, il 44% degli intervistati dichiara di non indossarla per praticità, il 31% lo fa per una questione estetica, per il restante 25% è solo un problema di sbadataggine. Le donne preferiscono togliere la fede per evitare di rovinarla o perderla durante le faccende domestiche, magari risucchiata dall’aspirapolvere o inghiottita dal lavandino (33%). Spesso si è semplicemente costrette a farne a meno perché le mani con il passare degli anni si sono gonfiate (47%). Il 13% dice di farlo per la carriera: una donna senza fede è vista come indipendente, ed è, secondo le intervistate, presa in maggior considerazione e rispettata sul lavoro.

La fede però rappresenta per la maggior parte degli aderenti al sondaggio ancora un simbolo di fedeltà, la più grande promessa del matrimonio. Come spesso si vede nei film, toglierla significa indulgere in un comportamento fedifrago, non a caso lo dice la parola stessa.