Adesso è inutile piangere sul latte versato, le lacrime da coccodrillo non ci aiuteranno a riacquistare quella forma che avevamo prima che le fette di pandoro (magari anche con la nutella spalmata su), i torroncini e i cenoni vari ci conducessero alla situazione attuale: cioè ad uno stato di generale appesantimento, gonfiore della pancia e delle cosce per cui adesso ci sentiamo in colpa.

Magari non è neanche una questione di chili (non è detto che, anche se abbiamo strafatto, ne abbiamo presi), forse gli altri non lo noteranno nemmeno, ma noi, ascoltando il nostro corpo, ci sentiamo più piene, più pesanti. Il nostro organismo è statto sottoposto ad un sovraccarico cui normalmente non è avvezzo, e questa non è una questione solo di linea, ma di benessere in senso più ampio, perché cibi più elaborati e conditi e l’eccesso di dolci mettono alla prova anche digestione e fegato.

Come tornare, allora, a sentirci bene? Iniziamo con lo sfatare un mito, che riguarda quella punizione che in molte si infliggono, illudendosi di farsi del bene, e forse anche per mettere a tacere eventuali sensi di colpa: mangiare solo acqua, frutta o yogurt dopo le abbuffate è sbagliato (e anche psicologicamente, mi chiedo quelle che ci riescono come diavolo facciano).

Sottoporre, dopo gli stravizi, l’organismo ad una dieta troppo severa, quasi ai limiti della follia, come sottolineano tutti gli esperti fa solo ed esclusivamente male. Il segreto è l’equilibrio. Anzitutto, quindi, piuttosto che abolire certi cibi, è meglio ridurre di molto le porzioni.

Scendendo nel dettaglio, è bene cominciare la giornata con una prima colazione a base di yogurt, cereali e soprattutto frutta. Quanto al pranzo e alla cena, cerchiamo di diminuire la quantità di pane, sostituendolo in parte con cracker integrali che hanno un minore contenuto calorico. E dato che fa freddo, un piatto strategico sono certamente le minestre, specie i passati di verdure, che saziano, riscaldano, fanno bene e non ingrassano.

Attenzione, poi, anche agli alcolici: un bicchiere di vino contiene circa 100 calorie, che non sono tante, ma ben più ingannevoli sono i cocktail da aperitivo, che raggiungono le 200 calorie, cioè 40 grammi di pasta.

L’altra abitudine fondamentale per tornare in forma, oltre ad una corretta alimentazione, è certamente il movimento. Ma anche in questo caso il segreto torna ad essere l’equilibrio: se finora avete condotto una vita sedentaria, non è saggio andare in palestra o a correre tutti i giorni, rischiereste di “stressare” troppo il vostro corpo. Impariamo, anzitutto, ad essere meno pigre in tutto, cominciando dallo stare meno sul divano di casa: anche le pulizie in casa, una passeggiata, un paio di rampe di scale a piedi fanno bene. Se invece facevate già sport, ricominciate con calma partendo da dove avevate lasciato: movimento per due o tre volte alla settimana, né più, né meno.

Il segreto, insomma, è la continuità, non solo per questo mese ma anche per quelli che verranno: dopotutto, le prossime vacanze saranno quelle che ci vedranno in costume da bagno.