Le doppie punte sono un incubo per tutte le donne che sognano di avere capelli sani e lucidi. Phon, spazzole e trattamenti chimici, come anche stress, colorazioni e prodotti troppo aggressivi, possono rendere i capelli fragili favorendo, così, la comparsa di questo fastidiosissimo problema che deve essere combattuto costantemente.

Galleria di immagini: Doppie punte

Le doppie punte nascono nascono da chiome danneggiate: la punta originaria si divide a metà e il colore sbiadisce. Se i capelli non vengono nutriti in modo adeguato, infatti, non riescono a crescere e si spezzano facilmente. La punta è la parte più vecchia del capello e, dunque, più debole perché esposta a phon, piastra e trattamenti per molto tempo.

Esistono diversi metodi per prevenire ed eliminare le doppie punte ma il più efficace è, senza dubbio, il taglio. Ci sono molti prodotti in commercio che promettono di sigillare o avvolgere le punte dei capelli ma si tratta di una soluzione temporanea; dopo un lavaggio o una spazzolata, infatti, il problema ricompare identico. Preparati di questo tipo però, se utilizzati con costanza, possono aiutare a migliorare la salute dei capelli, basilare per evitare l’insorgere di questo fastidioso processo.

Per combattere le doppie punte è necessario tagliare i capelli frequentemente: parrucchieri e hair stylist consigliano una spuntantina ogni 6, o al massimo, 8 settimane, soprattutto se sono spesso sottoposti a forti stress come tinte e pieghe aggressive. Solo così è possibile eliminarle definitivamente di volta in volta, mentre i capelli diventeranno più forti e si spezzeranno con meno facilità.

La routine di detersione è fondamentale per evitare che le doppie punte rovinino i capelli: lavaggio e asciugatura possono essere molto dannosi per la chioma; per questo è importante utilizzare shampoo e balsamo adatti al tipo di capello poiché non esistono prodotti universali. Lo shampoo deve essere applicato soltanto sul cuoio capelluto mentre il balsamo deve essere messo solo sulle punte per mantenere il giusto equilibrio della struttura della chioma; per idratare i capelli, è poi necessario risciacquarli con acqua fredda o tiepida.

Per quanto riguarda invece l’ultima fase del processo di {#bellezza}, mai strofinare i capelli con un asciugamano: sarebbe per loro una vera aggressione, tanto da spezzarli con grande facilità; meglio frizionarli dolcemente e lasciarli asciugare all’aria. Se, invece, non si può proprio fare a meno del phon, è bene usare aria fredda o tiepida: ci vorrà più tempo ma la chioma rimarrà sana, lucente e soffice al tatto.

Spazzola e pettine possono causare gravi danni ai capelli, soprattutto alle punte fragili e già compromesse. Utilizzare i prodotti giusti può però aiutare: realizzati in materiali naturali, combattono la staticità dei capelli ed evitano di danneggiarli. Bisogna pettinare con grande delicatezza e, in caso di nodi e grovigli, è preferibile utilizzare le dita piuttosto che forzarli con la spazzola; un altro utile accorgimento è utilizzare elastici ricoperti di stoffa, lisci e privi di parti metalliche.

Fonte: Ourvanity