“Grey’s Anatomy”, “Dr. House” e tutte le altre serie TV a carattere medico non farebbero per nulla bene alla salute dei telespettatori. Con le loro continue e improbabili patologie, questi programmi indurrebbero gli spettatori e preoccuparsi in maniera ossessiva del proprio benessere.

Si chiama ipocondria: può essere presente alla nascita, a volte appare nel corso del tempo, ma secondo quanto è emerso da un recente studio condotto nell’Università di Rhode Island, anche questo tipo di serie TV influenzerebbero gli individui verso tale tipo di ansia.

Che la potenza comunicativa dei media possa essere un’arma a doppio taglio ormai si è ben capito, e il fatto che molte persone guardino la televisione per evadere dalla propria vita li renderebbe ancora più infelici. Dunque, trasmissioni come Grey’s Anatomy, Dr House, Scrubs, E.R e tante altre potrebbero far scattare eccessive preoccupazioni a coloro che, in effetti, si sentono in quel momento più deboli.

Non è una novità, secondo quanto affermato dalla psicoterapeuta Giuliana Proietti a Affaritaliani:

Va detto che numerose ricerche hanno dimostrato in passato che il tasso di ipocondria è altissimo fra gli stessi medici e che spesso la ricerca di informazioni e lo studio delle varie malattie nasconde il timore inconfessabile di ammalarsi e di morire.

Dunque, guardare sullo schermo di casa propria operazioni mediche anche complicate potrebbe portare un senso di stress, alimentare angoscia e frustrazioni e generare ipocondria.