Quello di avere una pelle sempre fresca e giovane è di certo uno dei sogni di ogni donna, indipendentemente dalla sua età. Ma quali sono i segreti di bellezza che davvero possono rendere possibile ciò a cui il gentil sesso e non solo tanto anela?

=> Leggi le altre notizie sulla chirurgia estetica

Di certo i trattamenti di bellezza disponibili sul mercato sono tantissimi ma è anche vero però che col tempo, se ne inventano di nuovi e sempre più particolari, ed è proprio il caso del “Dracula Facelift“, un’innovazione nel campo dell’estetica che a giudicare dal nome sembra uscito dal libro di Bram Stoker e che renderà radiosa la pelle di chi si sottopone a tale tecnica. Ma come funziona questa nuova tecnica? A spiegarlo è la dottoressa Kathrina Stojanow, una delle prime ad aver introdotto questo trattamento in Europa, più precisamente nel suo ambulatorio a Berlino.

=> Leggi le notizie dedicate alla bellezza della pelle

La Stojanow spiega che il primo passo è prelevare il sangue al paziente da trattare ed in seguito, il sangue prelevato, viene centrifugato per estrapolare il plasma separandolo dai globuli rossi al fine di ottenere un composto che prende il nome di “Plasma Rich Platelets” abbreviato come PRP, contenente cellule staminali, piastrine e altri componenti che favoriscono la crescita.

Il trattamento viene effettuato su zone come decollete, collo, viso, contorno occhi e dorso delle mani e anche per le rughe attraverso delle iniezioni del PRP che stimolano i fibroplasti permettendogli di produrre più collagene che avrà come effetto quello di rigenerare la pelle migliorandola e rallentando l’invecchiamento cutaneo.

Per ora a detta della dottoressa gli effetti collaterali non ci sono e questo anche perchè il trattamento viene effettuato mediante l’uso del sangue del paziente stesso, prevenendo così anche le possibili allergie. La procedura in se risulta non molto dolorosa e le sedute vanno fatte in base al livello di invecchiamento della pelle, si consigliano mediamente tre sedute da fare ogni quattro mesi con risultati che durano per un anno e poco più.

Fonte: Vogue.it