È da un po’ che non lo vediamo sul grande schermo, ma il periodo di assenza sembra destinato a finire: l’aitante Will Smith sta per tornare! Infatti l’ex ‘principe di Bel Air’ sarebbe in bilico tra due nuovi progetti: il terzo capitolo del franchise “Men in Black” e la pellicola fantastica “The City That Sailed”.

L’attore, nel frattempo, non ha smesso di interessarsi al cinema dedicandosi alla produzione tramite la sua Overbrook Films che sta sviluppando per la Fox il progetto di “The City that Sailed” in cui potrebbe essere il protagonista.

Ma l’interessante ruolo non ha ancora soppiantato l’idea di vestire nuovamente il completo nero dell’agente J, visti anche gli incassi da capogiro dei primi due capitoli della saga degli “Uomini in nero”. Anche se è nell’aria da tempo la notizia che Smith e Tommy Lee Jones potrebbero essere sostituiti da John Brolin a Sacha Baron Cohen, la star non sembra intenzionata a mollare uno dei personaggi che lo hanno reso noto al grande pubblico.

Ma è anche vero che “The city that Sailed” rispecchia più le ultime preferenze di Smith per film sentimentali e drammatici, basta pensare ai film diretti dal nostro Gabriele Muccino. La storia , scritta da Andrew Niccol, vede protagonista un illusionista di strada che vive a New York lontano dalla figlia, trasferitasi nel Regno Unito con la madre.

Un giorno, però, la ragazzina scopre una stanza celata in un faro che contiene candele magiche ed esprime il desiderio di tornare dal padre. Così l’isola di Manhattan si frantumerà e inizierà a navigare alla deriva per farla tornare insieme al suo papà.

Chissà se la trame tenera e intrigante di “The City That Sailed” farà breccia nel cuore dell’attore o se vincerà la simpatia degli agenti J e K e il loro successo al box office?