Questa è una di quelle notizie che nessuno vorrebbe dare. Pare ci siano dei problemi al recupero completo di Lamberto Sposini, il quale si sta riprendendo lentamente dall’emorragia cerebrale che l’ha colpito un mese fa. Sposini è ancora al Policlinico Gemelli, da dove arrivano comunque comunicati che indicano una speranza, anche se sembra che il giornalista potrebbe non recuperare del tutto la memoria.

La sua compagna Sabina Donadei, nei giorni scorsi, ha infatti dichiarato:

Galleria di immagini: Lamberto Sposini

“Oggi ha aperto gli occhi ma è come imbambolato. Non mi riconosce, ma se gli stringo la mano me la stringe anche lui e gli si alza la pressione. Lo dice il monitor che ormai ho imparato a leggere. Lamberto non parla, non mi riconosce, lui non c’è, è assente, non è cosciente.”

Certo, crediamo che la speranza sia l’ultima a morire, anche perché ci sono stati tanti casi analoghi al suo in cui la perdita della memoria sembrava un fatto sicuro, e invece alla fine il recupero è stato completo. Per cui ci sembra doveroso continuare a sperare di riavere Sposini, così come l’abbiamo sempre conosciuto, con quella sua lucidità, il suo rigore, la sua equidistanza.

Intanto anche Mara Venier, che con lui condivide “La vita in diretta“, dice di sentire la forte mancanza del collega, e mentre parla non può trattenere le lacrime:

“Sono stata io a volere che nessuno sostituisse Sposini, il senso di solitudine era tanto. Abbiamo creato un rapporto unico. Di amicizia e complicità, eravamo sempre abbracciati. Me lo baciavo tutto. C’è un’alchimia perfetta. Siamo la coppia più bella della TV.”