C’è chi cerca ottime prestazioni e un suono pulito, chi usa solo determinati tipi di corde o chi pretende che vengano utilizzati solo certi materiali per cassa e manico e chi, invece, oltre a questi aspetti tecnici e funzionali, vorrebbe anche stringere tra le mani una chitarra capace di attirare l’attenzione e di essere estrosa a tal punto da colpire gli occhi e l’immaginazione, e non solo le orecchie, di chi ascolta la sua musica.

La chitarra è dunque un oggetto complesso, quasi un feticcio da amare e rendere unico, fino a farlo diventare un tutt’uno con la propria produzione artistica e la propria personalità. Le rockstar più famose erano solite dar nomi alle proprie chitarre, B.B. King è un esempio per tutti con la sua amata chitarra “Lucille” che è passata alla storia assieme a chi ne muoveva tanto amabilmente le corde.

A questo avrà pensato la designer Amanda Dunbar quando ha trasformato un classico americano in un’opera d’arte che dividerà i pareri degli appassionati: farà probabilmente rabbrividire i puristi e farà entusiasmare chi ama gli oggetti scintillanti e particolari.

Il lavoro della famosa designer è stato quello di trasformare una Paul Reed Smith, storica chitarra elettrica, in un oggetto prezioso, dando vita ad una linea in edizione limitata chiamata “Lions Rouge“.

Questa chitarra è stata decorata con cristalli Swarovski dall’equipe di artigiani della Dunbar Studios che dopo mesi di attento lavoro hanno realizzato solo cinque pezzi.

Dispone di manico in mogano e tastiera in palissandro, nonché di una superficie a striature nere e grigie con due leoni araldici disegnati con Swarovski che spiccano per la loro colorazione rosso fuoco.

Ogni pezzo è firmato dall’artista e ha un’etichetta identificativa con numero di serie, sarà venduto al prezzo di 22.750 dollari.