Mary Kennedy, moglie del nipote di John Fitgerald Kennedy, è stata trovata ieri impiccata nella casa dove ha vissuto per 16 anni con il marito Robert Kennedy Jr, da cui si era separata due anni fa. Prosegue quindi quella che ormai è stata definita la “maledizione di Camelot“.

John Fitzgerald Jennedy, l’ormai mitico JFK che ha lanciato la dinastia dei Kennedy nella leggenda, e parrebbe nella maledizione, ha aperto la tragica scia. Assassinato nel 1963, a lui è seguito il fratello Robert “Bob” Kennedy nel 1968. Padre di quel Robert Kennedy Jr., marito di Mary.

Galleria di immagini: I Kennedy, foto

Ma oltre ai capostipiti della dinastia, altri morti illustri hanno puntellato le generazioni dei Kennedy. Edward ‘Ted’ Kennedy, il più giovane dei fratelli, è passato per un incidente in aereo, nel ’64, dove sono morti autista e assistente, e per un misterioso incidente d’auto nel ’69 dove è saltato giù da un ponte schiantandosi nel fiume dove è affogata la compagna Mary Jo Kopechne. E Ted è stato il primo a parlare di “maledizione dei Kennedy”.

Nel 1999 John F. Kennedy Jr., o John-John, il figlio di JFK è morto in un incidente aereo, dove si è schiantato a pochi metri dalla sua villa. David Kennedy, figlio di Robert, è morto nel 1984 di overdose. Michael Kennedy, altro figlio di Robert, fratello di Robert Kennedy Jr. è morto in un incidente di sci ad Aspen. Kara Kennedy, figlia di Ted, a soli 51 è morta di infarto.

E ora è la volta di Mary Kennedy, 52 anni, morta suicida. Pare non si sia mai ripresa dal divorzio con Robert Jr. da cui ha avuto 4 figli. La signora Kennedy era stata vista ultimamente sola e depressa da amici e vicini, e da anni aveva problemi con alcol e droga. Niente di misterioso, ma la famiglia Kennedy sembra effettivamente segnata. Sarà anche che è particolarmente numerosa, e con il nome che portano è impossibile passare inosservati.

Fonte: DailyMail