È morto dopo una lunga malattia all’età di 64 anni Pete Postlethwaite, noto agli appassionati per le sue partecipazioni in “Amistad”, “Pranzo reale” e “Jurassic park: il mondo perduto” tra i tanti film a cui prese parte.

L’attore britannico aveva iniziato la sua carriera nel 1977, ottenendo un piccolo ruolo ne “I duellanti” di Ridley Scott, mentre è del 1984 la sua parte in “Pranzo reale”, a cui seguiranno “Un prete da uccidere”, “Voci lontane… sempre presenti”, “Alien 3″ e “L’ultimo dei mohicani”.

Del 1993 è invece “Nel nome del padre”, film che gli diede il successo e la fama e che gli valse una nomination agli Oscar. In seguito le sue interpretazioni sono rimaste nella storia del cinema, come quella ne “I soliti sospetti”, in “James e la pesca gigante”, “Dragonheart” e “Romeo + Giulietta”.

Sono invece decisamente più recenti i suoi lavori in “Scontro tra titani” e “The Town”, oltre che in “Inception”, che rimane l’ultimo film in cui Pete Postlethwaite ha recitato.