Era tra gli autori più quotati Ungaretti, ed ecco spuntare una sua poesia tra le tracce dell’Esame di Maturità 2011. È quanto emerge dalle prime indiscrezioni sul tema di italiano attualmente in corso nelle scuole di tutta Italia.

La prima traccia presentata questa mattina ai cinquecentomila studenti impegnati negli esami è quindi “Lucca”, una poesia di Ungaretti, da analizzare correttamente e contestualizzare.

Galleria di immagini: Esami di maturità

Per il saggio breve la scelta è tra “Amore, odio, passione” con brani di Verga, D’Annunzio e Svevo per l’ambito letterario, “Siamo quello che mangiamo?” per l’ambito socio-economico, “I giovani e la militanza politica” per quello storico-politico ed “Enrico Fermi” per quello scientifico.

Il tema storico prevede un’analisi del cosiddetto “Secolo breve“, partendo da una frase dello storico Eric Hobsbawm. Mentre per il tema di attualità, un concetto che sarà sicuramente piaciuto ai giovani maturandi: la celebrità effimera dei nostri giorni, partendo da una celebre frase di Andy Warhol:

“Nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti”.

Niente nucleare, Unità d’Italia, ecologia o rivoluzioni arabe, così come ipotizzato nelle scorse ore. Le previsioni, ad esclusione di quelle su Ungaretti, hanno fallito totalmente e il Ministero di Mariastella Gelmini sembra aver scelto delle tracce piuttosto lontane dai fatti di attualità o dagli argomenti caldi dei nostri giorni.

Chissà come l’avranno presa i maturandi, che fino a notte fonda si sono affollati nei forum e nei siti internet per studenti alla disperata ricerca di una previsione azzeccata.