I tempi sono cambiati e la Ue adegua gli strumenti legislativi ai tempi nuovi, allo scopo di sensibilizzare anche i bambini all’attenzione per l’ambiente mediante l’utilizzo di nuove tecnologie.

Infatti, nel programma di educazione ambientale per i più piccoli è stata inserita una fiaba speciale: Zoe va controcorrente, il titolo di un racconto digitale interattivo per i bambini dai 7 agli 11 anni, che la Commissione Europea ha voluto dedicare ai bambini.

I protagonisti della storia sono due ragazzini curiosi, Pedro e Zoe, i quali scoprono quanto sia importante l’acqua nella comunità guidata del saggio Federico I Principe Ranocchio. Si dà il caso che Zoe, passando attraverso il rubinetto di una vasca da bagno, vada a finire in un acquitrino inquinato, dove incontra Pedro e il Principe, che va spiegando ai bambini le conseguenze che possono derivare dall’inquinamento di questa risorsa naturale, molto preziosa per la salute degli uomini e dell’ambiente. E coglie l’occasione per insegnare loro come evitare l’inquinamento ambientale con opportuni accorgimenti.

Al racconto si accompagnano divertenti animazioni ed elementi interattivi che si alternano. È evidente che il racconto ha soprattutto finalità didattiche ed educative, per dar modo ai bambini di approfondire le loro conoscenze sul ciclo idrologico e sul trattamento delle acque. La versione online del racconto è corredata anche di note didattiche per promuovere attività progettuali in classe con gli insegnanti.

Oltre alla versione online, esiste anche una versione per smartphone e tablet scaricabile gratuitamente per dispositive sia Apple che Android. Sia l’app che la versione online del racconto sono disponibili in inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano e polacco.

La Commissione Europea ha pubblicato vari titoli digitali, distribuendone quasi due milioni di copie nell’Unione. Il libro che ha avuto maggior successo racconta le avventure di Tom e Lila.