Educazione: finalmente la festa più bella dell’anno è alle porte e, con lei, anche gli addobbi colorati e la voglia, di tantissimi bambini, di scartare regali su regali. Benché sia importante conservare il momento di gioco e divertimento, è importante essere in grado di comunicare ai propri bambini il giusto modo di comportarsi, l’educazione per fargli vivere il Natale in maniera sobria.

Ecco, dunque, cinque consigli per non viziare i bambini a Natale (e di conseguenza tutto l’anno) insegnandogli le regole base dell’educazione.

  1. Dare – Avere: la prima regola di educazione per i bambini a Natale (e non solo) è quella di insegnargli che ogni cosa che si riceve prevede un qualcosa da donare a tutti quei bambini che hanno difficoltà e che non possono vivere al meglio il Natale. In questo modo, oltre a dare la giusta educazione, si crescerà un essere umano dotato di rispetto del prossimo, capace di donare senza pretese.
  2. Condividere: una volta scartati i regali, dopo aver rigraziato coloro che hanno fatto il dono, è importante condividere il gioco. Bisogna far capire ai propri bambini che condividere non significa perdere l’esclusiva sul gioco, ma semplicemente far sì che tutti possano essere felici. Una volta che i parenti saranno andati via, il bambino potrà giocare da solo, o con i genitori.
  3. Non avere fretta: soprattutto con i giochi un pochino più complicati o che richiedono un’attività di montaggio, è importante insegnare ai bambini ad aspettare il giusto momento per giocare e, soprattutto, a farsi aiutare nel caso in cui sia necessario costruire qualcosa. Questo perché, oltre a divertirsi dopo, in questo modo il bambino potrà imparare ad interagire con le persone.
  4. Ringraziare: anche se può sembrare sciocco, il bacio sulla guancia a chi ha datto il dono diviene d’obbligo nell’educazione del rispetto altrui. Oltre a questo, si può anche insegnare ai più piccoli a fare dei bigliettini di ringraziamento che darà ai parenti ed a tutti coloro che gli faranno dei doni.
  5. Non si può avere tutto: infine, l’educazione del Natale impone di far capire ai bambini che non si può sempre avere tutto ciò che si desidera. Non tutti hanno la liquidità necessaria o la fantasia giusta per fare il dono che il bambino desidera. Importante, quindi, farlo crescere con la consapevolezza che ogni regalo è prezioso in quanto coloro che lo hanno comprato hanno pensato al piccolo, facendolo diventare il centro dei propri pensieri, anche per un attimo.