I risparmi sui costi energetici e gli incentivi fiscali sembrano essere gli attuali obiettivi di proprietari e operatori immobiliari.

In realtà, proprietari e operatori immobiliari cercano soluzioni nuove per dare una svolta al mercato ed hanno trovato nella riqualificazione energetica degli edifici la soluzione ottimale per migliorare la qualità energetica ed il valore dei propri immobili.

È quanto emerge dallo studio Energy Efficiency Indicator 2012, presentato da Johnson Controls, specialista nell’offerta di soluzioni per migliorare l’efficienza energetica nel settore casa, secondo il quale l’85% dei proprietari e gestori di edifici nel mondo vede nella gestione dell’energia una soluzione per operare meglio e vendere o affittare di più.

La ricerca ha coinvolto proprietari e responsabili della gestione di edifici di tutto il mondo ed ha appurato che i proprietari di immobili investono in efficienza energetica perché ne riconoscono il ritorno finanziario. E che se una volta era importante la posizione di un immobile da compravendere, oggi invece è importante l’efficienza energetica oltre che, come sempre, la posizione.

Circa un terzo dei soggetti monitorati ha dichiarato che incentivi e rimborsi influiscono moltissimo sull’aumento degli investimenti in questo campo. Per quanto riguarda gli investimenti, infatti, i paesi in via di sviluppo prevedono di aumentare i propri investimenti in efficienza energetica o fonti rinnovabili. Sta di fatto che il 96% dei monitorati in tutto il mondo hanno già realizzato interventi di miglioramento dell’efficienza energetica nei propri edifici, intervenendo particolarmente su illuminazione, impianti e controlli di riscaldamento e condizionamento ed efficienza idrica.

Si vanno sempre più diffondendo le certificazioni “green” per gli edifici o i sistemi di valutazione dell’efficienza realizzati volontariamente. Peraltro, dicono, gli inquilini pagano volentieri di più per mettere i propri uffici in edifici con elevate performance. Infatti lo studio ha evidenziato che quasi un quarto degli interessati pagherebbe una differenza per avere spazi in un edificio con certificazione green.

Il programma di riqualificazione energetica per l’Empire State Building rappresenta un esempio concreto di come si possa integrare l’efficienza energetica nei progetti di riqualificazione degli edifici, tagliare i costi, accrescere il valore degli immobili e offrire, nel contempo, un ambiente migliore e risparmi sulle spese per gli inquilini e maggiore profitto per i proprietari.