Si passa cioè dalla classe G alla classe A e il passaggio non comporta interventi grandi e costosi. Ristrutturare la propria casa per migliorare l’efficienza energetica è un investimento necessario che ha un ritorno economico con il tempo. Per un esatto controllo della quantità di energia consumata per le varie esigenze di famiglia e dei costi di gestione è proprio indispensabile avere una casa ad alta efficienza energetica.

Ma bisogna conoscere a priori le prestazioni della propria casa per sapere dove e come intervenire. In genere, per migliorare l’efficienza energetica della propria casa si deve intervenire sulla struttura edilizia, sugli impianti e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili. Per prima cosa bisogna intervenire su pareti, solai e serramenti. Se pareti e solai sono costituiti da materiali non proprio isolanti dal fattore temperatura, devono essere migliorati con la sostituzione di elementi più isolanti. Ad esempio, per i serramenti basta sostituire quelli a vetro singolo con infissi a doppio o a triplo vetro. Per le pareti opache si può ricorrere ad un isolamento a cappotto.

Per quanto riguarda gli impianti che influiscono sull’efficienza energetica, ovvero quelli per il raffrescamento, il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, per consentirne un buon funzionamento bisogna fare una manutenzione periodica. Se la caldaia non è in buono stato la si può sostituire con una caldaia ad alta efficienza oppure inserendo nella propria casa una pompa di calore. Un buon isolamento termico dell’edifico consente di utilizzare meno energia per il funzionamento degli impianti poiché non ci sono dispersioni.

L’alternativa più valida: la produzione di energia da fonti rinnovabili. In sintesi, per migliorare concretamente l’efficienza energetica della casa bisogna cercare di portarla dalla classe G alla classe A mediante l’istallazione di un impianto fotovoltaico o un impianto solare sul proprio tetto: è una spesa iniziale non proprio tanto leggera, ma che viene ammortizzata attraverso gli anni. E intanto ci si procura una migliore qualità della vita e dell’abitare.