In questi giorni in cui i riflettori sono tutti puntati sulla settimana della moda milanese, credo che sia il caso di dedicare attenzione anche alle iniziative benefiche che a questo mondo sono in qualche modo legate, ma che non godono naturalmente dello stesso ritorno mediatico.

Mi riferisco, in questa circostanza, all’organizzazione di volontariato Baby nel cuore, nata nel 1993 a Bologna al fine di promuovere progetti di sostegno a distanza e interventi di solidarietà a favore dei bambini.

Ebbene, non so quante di voi siano a conoscenza di www.eforpeople.com, sito e-commerce no-profit promosso dall’associazione in collaborazione con la Fondazione Altagamma presieduta da Leonardo Ferragamo.

Tra i numerosissimi brand che hanno donato per l’iniziativa diversi capi per uomo, donna e bambino, ricordiamo Emilio Pucci, Alberta Ferretti, Versace, Moncler, Pomellato, Moschino-Cheap and Chic, Cavalli, Furla Hermes, Braccialini, Santo Versace, Leonardo Ferragamo, Vittorio Missoni, Margherita Maccapani Missoni, Laudomia Pucci, Brunello Cucinelli.

A sostenere l’iniziativa anche altri nomi celebri come Fiorello, Matteo Marzotto, Mara Venier, Pippo Baudo, Ermanno Scervino e Simona Ventura.

Le grandi firme della moda, dell’arredamento e del design sono in vendita con lo sconto dell’ 80% e i prezzi, infatti, sono decisamente accessibili: si trovano borse anche a 35,00 euro, una Braccialini a 75,00 euro e una signora milanese si è addirittura aggiudicata l’intramontabile Kelly di Hermes per soli 2 euro grazie alla sezione ‘Indovina quanto costa?’ del portale.

Inoltre, da non perdere le sezioni Vintage Collection e Celebrities&Friends dove troverete i pezzi cult che hanno fatto la storia della moda, nonché abiti e accessori indossati da star famose come Eva Herzigova e Cameron Diaz.

L’aggiornamento del portale è continuo (settimanale) e, coi nuovi inserimenti, i capi rimanenti vengono ulteriormente scontati.

In questa quinta edizone, che terminerà ad aprile, il ricavato sarà devoluto a favore della ricostruzione della “Casa Madre-Bambino” di San Gregorio l’Aquila,completamente distrutta dall’ultimo terremoto di aprile 2009, che accoglie nuclei famigliari in fuga da situazioni violente, ragazze madri e bambini abbandonati.