Previste già per ieri sera, sono finalmente arrivate oggi le dimissioni di Hosni Mubarak. A dare la notizia della sua rinuncia al mandato presidenziale è stato il vicepresidente egiziano Omar Suleiman, con il potere che a questo punto è passato nelle mani dei militari e del comandante in capo dell’esercito e Ministro della Difesa uscente, Mohammed Tantawi.

La notizia ha scatenato scene di enorme gioia in piazza Tahrir al Cairo così come nel resto dell’Egitto; ad annunciare la dimissioni sono state le parole del vicepresidente:

Galleria di immagini: Hosni Mubarak

“Cittadini, in nome di Dio misericordioso, nella difficile situazione che l’Egitto sta attraversando, il presidente Hosni Mubarak ha deciso di dimettersi dal suo mandato e ha incaricato le forze armate di gestire gli affari del paese. Che Dio ci aiuti.”

L’annunciatore della TV di Stato egiziana ha quindi commentato la notizia in maniera forzata, con una voce in sottofondo che gli dettava in maniera evidente il discorso da ripetere:

“Solo la Storia potrà giudicare il nostro presidente Mohammad Hosni Mubarak. Il presidente Mubarak si è dimesso e questa è stata la principale richiesta dei manifestanti. Fino alla fine il nostro rais si è dimostrato saggio e lungimirante nel fare la scelta migliore per la nostra cara patria”.

Le dimissioni dell’ormai ex presidente egiziano, recatosi da questa mattina nella sua residenza di Sharm-el-Sheikh, sono state accolte in maniera molto positiva anche dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama, così come dal premio Nobel Mohammed ElBaradei, che attraverso Twitter ha commentato:

“È il più bel giorno della mia vita, il paese è libero!”