Fino al 19 marzo sarà attivo un apposito numero verde, 800.999.237, per ricevere informazioni su come affrontare e vincere l’eiaculazione precoce. Il disturbo interessa il 22,3 % degli uomini italiani e, secondo una ricerca effettuata da Gfk Eurisko, la disfunzione sessuale è un fenomeno di difficile soluzione perché di difficile comunicazione.

Infatti, nonostante siano in tanti gli uomini colpiti, si tratta di un argomento poco affrontato, persino all’interno della coppia, e raramente ci si affida al parere del medico.

La ricerca ha coinvolto 3000 uomini e donne entro i 55 anni e ha evidenziato che, per i tre quarti degli intervistati, l’eiaculazione precoce è un problema più grave di quello legato alle difficoltà erettive.

Il disturbo è, chiaramente, frustrante per entrambi i partner e, sempre secondo le risposte date dal campione preso in esame, sono le donne quelle a sentirlo di più. Diverse le cause che possono generarlo, sia fisiche che psicologiche. Quest’ultime, secondo la ricerca, sono imputabili per il 92% dei casi.

Al fine di promuovere una presa di coscienza e indurre ad affrontare e risolvere il problema, la campagna “Eiaculazione precoce: riaccendi la fiducia” permette, chiamando il numero verde, di fissare un appuntamento con l’andrologo più vicino alla propria zona e sottoporsi alla visita gratuita.

E sul sito “Eiaculazione precoce stop“, è possibile rivolgere domande online agli esperti di andrologia.