Nella vita le mie certezze sono tre: la mia mamma (lei semper certa est), il tubino nero che non tramonta mai, e il fatto che all’EICMA, la 70° Esposizione Internazionale del Motociclo che in questi giorni vivacizza la Fiera di Milano-Rho, gli uomini non andranno per ammirare la nuova cilindrata o l’ottocentocinquantesimo cavallo del nuovo favoloso motore, ma il cosciotto bovino della modella spalmata sulla carrozzeria. Fatta eccezione per tre categorie in minoranza: i gay, i “veri malati” e i “veri malati gay”.

Donne & Motori, Gioie & Dolori: maschi veraci e voraci, affrettatevi perché dal 15 al 18 novembre la Fiera di Milano è palcoscenico di carne fresca, e quando dico fresca intendo per davvero “fresca”. La più anziana tra le modelle avrà circa 25 anni, non saprà descrivervi assolutamente nulla della moto sulla quale poggerà i suoi stimabili glutei, ma probabilmente nessuno di voi pretenderà da lei il contrario. Attenti, però, se vi si realizzasse il favoloso sogno di abbordarla, prima di provarci seriamente, per essere sicuri che sia realmente maggiorenne (il trucco inganna), dovrete metterla alla guida.

A parte un po’ di sana critica femminile, i 1046 marchi presenti all’EICMA sono in grado di mandare in tilt anche noi donne che, forse non saremo in grado di guidare una Ducati (ma anche si!), ma dalle due ruote rimaniamo sempre e comunque affascinate!

Cari uomini, ecco a voi, le EICMA Girls: