Max Biaggi lascia le gare e dice addio alle moto, almeno da pilota. Una scelta che arriva dopo aver disputato 370 gare e dopo aver trionfato in sei mondiali. Per il campione quarantaduenne è stata una decisione sofferta ma anche consapevole, e soprattutto maturata insieme alla sua compagna Eleonora Pedron.

È proprio da Eleonora Pedron, che tutti ricordiamo come Miss Italia 2002, che arrivano le prime dichiarazioni sull’addio alle corse di Max Biaggi, con il quale ha avuto due figli.

La giovane mamma non nega che sia stata una scelta difficile, sottolineando come le gare di motociclismo siano state per il campione non solo uno sport ma una vera e propria passione.

«Max è stato un campione anche in questa occasione perché la decisione di abbandonare l’attività è stata molto sofferta. È stato un momento difficile, ma ora è convinto. All’inizio ero triste per lui, ma ora siamo felici».

La Pedron ammette anche di non aver vissuto sempre serenamente le gare del suo compagno, al quale non ha però fatto mai mancare sostegno e fiducia.

«Certo, lo stato di ansia quando il tuo compagno, padre dei due tuoi figli, è in gara non ti abbandona mai. Ma – ripeto – era la sua vita, l’attività di un campione di primo piano ed era naturale seguirlo e sostenerlo. Ora si dedica a noi più di quanto abbia potuto fare finora e sono felice. Del resto non abbandonerà definitivamente questo sport, ma lavorerà… a piedi, non in moto!».

Quanto peso ha avuto la famiglia nella decisione di Biaggi? È lo stesso campione ad ammettere di volersi dedicare al suo ruolo di padre, e di compagno.

«Mi rendo conto di aver sottratto tanto tempo al Max uomo, compagno di Eleonora e padre di due bambini. C’è un tempo e uno spazio per tutto, e questo per me è il tempo di fermarmi».