Qualche film di stampo fantascientifico ci ha già regalato una vaga immagine di quel che potrebbe accadere in un prossimo futuro: le macchine che prendono il sopravvento sull’uomo, cervelli superiori che ci controllano e che ci infilano in qualche moderna caverna di Platone (Matrix docet), disastri provocati da robot superintelligenti.

Sappiate però che lo scenario potrebbe anche presentarsi in maniera molto meno nobile ed elegante, con un risultato però pressochè identico; un po’ come se una mattina vi svegliaste dentro Resident Evil 2, soltanto che al posto di una città devastata, trovereste solo un desolante deserto, direttamente nella vostra cucina.

E gli zombie responsabili? Bè, sarebbero gli elettrodomestici (?!?!). E già,  i nostri cari, amati, amici, alleati elettrodomestici. La lavastoviglie, il frigorifero, la lavatrice, il piano di cottura: tutti quegli oggetti che hanno in qualche modo favorito la nostra emancipazione come donne non più tanto di casa, quanto lavoratrici e geek, e anche in grado di controllare tanti dispositivi elettronici non da poco.

Il fatto è che ci illudiamo di controllarli; e più andiamo avanti col progresso, più invece sarà peggio. L’internet delle cose, che abbiamo già citato parlando del CES 2014, trasformerà infatti ogni dispositivo domestico in un probabile ricettacolo per pirati e malintenzionati, inizialmente umani, poi…chissà.

Da uno studio condotto dalla società di sicurezza Proofpoint è infatti emerso che più di 100.000 dispositivi connessi a internet sono stati soggetti ad attacchi informatici esterni, e fra questi anche un frigorifero. Quando potremo controllare da remoto e da lontano tutti gli elettrodomestici, fino alla scopa elettrica, in grado di spazzare da sola come gli iRobot ma in verticale, ecco quello sarà l’inizio della fine: perchè qualcuno si intrometterà fra noi e loro, e deciderà per noi se bruciare la carne sul fuoco, se abbassare la temperatura in casa fino all’assideramento, se far marcire qualunque alimento dentro al freezer oppure se far saltare in aria il forno.

E sarà in quel preciso istante che la volontà delle macchine soppianterà anche quella del presunto pirata esterno; il frigorifero intelligente, così tanto da prendere in mano la situazione, ci ucciderà nel sonno. Vi ho dato o no un bello spunto per una sceneggiatura dell’orrore?!?

Scherzi a parte, ricordate che il progresso, da me profondamente amato quando si tratta di automazione, domotica, tecnologia ed elettrodomestici, può diventare pericoloso; perciò ben venga l’internet delle cose, ben vengano i dispositivi intelligenti e interconnessi; ma sappiate che dovrete acquisire conoscenze tali da potervi riparare da attacchi sempre più subdoli e inquietanti. Donne geek attrezzatevi: le armi da combattimento per sconfiggere frigoriferi assassini stanno per essere messe in commercio!!

photo credit: massdistraction via photopin cc