L’Eleuterococco è un arbusto alto circa due metri, comunemente noto anche come ginseng siberiano, che presenta essenzialmente due caratteristiche principali: è una pianta in grado di rafforzare le difese immunitarie dell’organismo e di metterlo a riparo dai fattori di stress.

Proprio perché appartenete alla stessa famiglia del ginseng, l’Eleuterococco presenta i suoi stessi benefici e questi ultimi si ricavano, in genere, dalle sue radici.

Eleuterococco: gli usi

L’Eleuterococco è noto ed è usato soprattutto perché rende il sistema immunitario e le sue difese molto più efficienti. Ma non solo: se si avverte senso di stanchezza o di debolezza, questa pianta è in grado di aiutare a ritrovare le forze e a sentirsi molto più energici. Secondo alcuni studi poi, l’Eleuterococco sarebbe particolarmente adatto per aiutare a curare la depressione e l’ansia che può colpire le donne (in questo senso le donne sarebbero più reattive degli uomini, reagendo con più efficacia ai principi benefici di questa pianta).

Oltre ad attenuare alcune conseguenze dovute allo stress (sonnolenza, fastidio muscolare, lucidità mentale) e a rafforzare il sistema immunitario, l’Eleuterococco è ottimo in caso di calo del desiderio sessuale (può ad esempio facilitare l’erezione, qualora non sussistano altri problemi di ordine patologico) e nel caso in cui si soffra di pressione bassa (ipotensione), contribuendo a rinvigorire il soggetto che l’assume, lenendo i disturbi causati da questo fenomeno.

Eleuterococco: le proprietà benefiche

Grazie alle sue proprietà benefiche, che contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario e a donare energia fisica, l’Eleuterococco è una pianta particolarmente apprezzata dagli sportivi. Le sue principali proprietà benefiche non si arrestano, però, soltanto a quelle immunostimolanti: la pianta è ottima anche in caso di astenia (ossia calo di energia), nel caso in cui si debba recuperare fisicamente dopo un periodo di convalescenza più o meno lungo, ha effetti positivi su stati depressivi e ansiogeni, agisce in maniera generale sul sistema nervoso centrale, stimola l’attività endocrina. Ultima proprietà benefica, ma non per questo meno importante: l’Eleuterococco contribuisce a tonificare in generale l’organismo umano.

Eleuterococco: le controindicazioni

Questa pianta non possiede soltanto straordinarie proprietà benefiche: usarla significa anche dover tenere conto di alcune controindicazioni, di cui è bene essere a conoscenza. È vero che i suoi benefici possono essere assai positivi ma l’Eleuterococco potrebbe causare alcuni effetti indesiderati, fra cui: irritabilità, eccitazione, difficoltà ad addormentarsi, tachicardia, tremori agli arti superiori, aumento della pressione sanguigna. Gli effetti collaterali appena elencati sono però in genere associati all’assunzione di dosaggi elevati, presi in un arco di tempo relativamente lungo. L’uso di questa pianta è poi controindicato durante la gravidanza e l’allattamento e ne è fortemente sconsigliato il consumo nelle ore serali.