In una delle sue ultime interviste rilasciate, Eli Roth regista salito alla ribalta internazionale con “Hostel 1″ e “2” (e non per il più ben meritevole “Cabin Fever”) lasciava tutti interdetti dichiarando di aver imparato la nostra lingua vedendo film italiani, in particolare quelli di due indiscussi protagonisti della commedia italiana degli anni 70/80.

I due attori sono: Franco Lechner (1932-1987), noto a tutti come “Bombolo e Lino Banfi (che fra qualche mese lavorerà con

È probabile che molti conoscessero già la passione del regista; passione che ha in comune con l’amico-produttore Quentin Tarantino. Entrambi amano alla follia il nostro cinema di genere, non è un caso che l’ultimo film del regista di “Pulp Fiction” sia l’ennesimo atto d’amore nei confronti del nostro paese.

“Inglourious Bastards” è infatti il remake di “Quel maledetto treno blindato”, film di Castellari diretto nel 1977. Non sappiamo se Tarantino abbia appreso la lingua allo stesso modo. Ciò che è certo, è che Roth ne ha dato prova durante l’intervista rilasciata parlando un buon italiano, quando ha dichiarato di aver visto tutti i film della Bouchet e della Fenech (quest’ultima ha anche avuto un cameo in “Hostel 2″).