Per molti non è un’attrice, e non va definita tale, ma gli incassi al botteghino danno ragione a Elisabetta Canalis e a Massimo Boldi, che l’ha voluta nel suo film “A Natale mi sposo” e che, a quanto sembra, ha fatto proprio centro. Ma come si vede la bella trentaduenne alle prese con la recitazione?

Elisabetta ha affrontato questo spinoso argomento durante la conferenza stampa del cinepanettone natalizio attualmente nelle sale, precisando che il suo fidanzato George Clooney non prende parte nelle sue scelte lavorative, e non le ha dato consigli su come interpretare la parte di una svampita wedding planner.

Nel film di Boldi interpreto una donna che organizza matrimoni, una ragazza un po’ superficiale che man mano che il film va avanti scopre l’amore per la prima volta nella vita. Per interpretare questo ruolo non ho avuto alcun consiglio o suggerimento dal mio fidanzato.

Nessuna intromissione da parte del suo compagno, quindi, sebbene tempo fa qualcuno ha affermato che la star di Hollywood paga regolarmente alla Canalis lezioni di recitazione con un vero professionista.

Io sono stata spesso sui suoi set, ma come semplice osservatrice. Per questo personaggio non mi ha dato consigli anche perché è molto diverso da quelli dei suoi film.

Intanto il cinema sembra essere anche nei progetti futuri dell’ex velina, che tuttavia ammette di essere fatta soprattutto per la televisione, e per la conduzione in particolare.

Il mio primo amore è stata la televisione e, in Italia, significa per lo più presentare programmi. Non nego il fatto che mi piacerebbe fare la conduttrice. ?Intanto nel mio futuro c’è una grossa co-conduzione. Fare la stessa cosa negli Stati Uniti è più difficile perché il mio inglese non è così fluido da poter condurre un programma live, o comunque poter avere un dialogo veloce come lo avrei in italiano.