Ci aspettavamo tutti che l’intraprendente ex velina di “Striscia la Notizia” portasse con dignità l’italianità oltreoceano. E invece, secondo la stampa americana, questo non è avvenuto e, così, Elisabetta Canalis si è ritrovata sommersa da critiche al veleno da parte dei maggior blogger statunitensi.

La fidanzata della star hollywoodiana George Clooney ha fatto il suo esordio americano di attrice nella terza stagione della serie “Leverage”, recitando il ruolo di una spia italiana in cinque episodi della serie TV.

Prima che l’America vedesse le puntate, in onda ogni domenica sul network TNT, la Canalis era sembrata entusiasta della direzione che stava prendendo la propria carriera e in un’intervista aveva dichiarato:

Timothy Hutton è una persona speciale, mi ha messo subito a mio agio. Recito in inglese, non è facile perché anche se parli bene la lingua devi restituirne le emozioni.

Ma è bastato poco e tutta l’energia e la gioia sono state sostituite dalla freddezza e dalle critiche dei media americani. Come leggiamo su NewNotizie, una delle più cattive arriva da Celebitchy:

È quindi giunta l’ora del debutto americano di Elisabetta. Nello show le fanno recitare battute tipo “È una questione di sicurezza nazionale”; beh avete notato come piega graziosamente la testolina mentre lo dice? Come se pensasse che è giunto il momento di fare la gattina? E poi, santo cielo, il suo accento è tagliato con l’accetta. Certo, sì è italiana, e nel telefilm deve fare l’italiana, ma riesco a capire la metà delle sue battute! Possiamo immaginare che Clooney non la frequenti per la sua arguta conversazione.

Su Il Tempo, invece, si legge che Sugarpop ironizza dicendo:

Sorpresa, Elisabetta Canalis non è la miglior attrice…

C’è da dire, però, che nonostante i numerosi “Non sa recitare”, “È stata terribile”, “È nel cast solo perché è la ragazza di George Clooney”, molti hanno saputo apprezzare la sua buona volontà e intraprendenza, dicendo che sono curiosi di rivederla all’opera nei panni dell’affascinante “The Italian”.