Elisabetta Canalis dopo un anno di silenzio e tanti pettegolezzi e falsità, ha deciso di rilasciare a “La Repubblica” la sua prima intervista esclusiva e parlare della sua love story con George Clooney.

Da quando è iniziata la sua storia con lo scapolo più affascinante e più ambito del momento, si è detto di tutto sul conto di Elisabetta, ma quante di queste sono vere?

Indubbiamente la Canalis sta vivendo un periodo d’oro della sua vita sia amorosa che lavorativa. Al momento è infatti impegnata sul set di “Leverage“, una serie tv dove interpreterà il ruolo di un agente segreto accanto a Timothy Hutton. Per Elisabetta questa rappresenta un’importante vetrina, ricordiamo infatti che lo stesso George raggiunse il successo grazie a E.R.

Elisabetta è una ragazza ambiziosa e a proposito del grande dilemma come conciliare amore e carriera, se un tempo citava una frase del film “Il diavolo veste Prada”,”Quando sei al top del lavoro vuol dire che la vita privata va a pezzi”, oggi vive la cosa diversamente. Ha acquisito una serenità che non aveva mai avuto e questo le permette di prendere decisioni importanti per il suo lavoro senza l’ansia del passato. Quello che conta è la sua felicità.

Alla domanda “la serenità deriva dalla presenza di George?”, lei risponde:

Deriva dalle cose belle presenti nella mia vita, anche da lui.

Elisabetta non lo chiama mai per nome forse per lasciare quell’alone di mistero che circonda la sua vita privata. Sì, perché stando a quanto detto Elisabetta ha imparato la lezione. Se prima parlava tanto dei suoi compagni adesso ha capito che la vita privata è privata.

Dal primo giorno della nostra la storia mi sono automaticamente lasciata alle spalle tutte le cattiverie. Ho messo barriere di cemento davanti a me: se non elimini tutte queste scorie, non vivi più. Io vivo serena, guardo avanti.

Insomma dall’intervista emerge una Elisabetta felice e serena e noi non possiamo fare altro che augurarle che tutto ciò continui.