Elsa Fornero proprio non riesce a star lontana dalle polemiche. Stavolta la diatriba la vede opposta a Le Iene, programma satirico-informativo Mediaset noto per l’insistenza con cui realizza i propri servizi, ma anche per le aggressioni ricevute. La iena protagonista della storia è Filippo Roma, che nelle scorse settimane pare sia stato malmenato da Luca Barbareschi e Gabriella Carlucci.

Galleria di immagini: Elsa Fornero

Stavolta niente violenza fisica, sebbene Elsa Fornero dichiari di aver ricevuto un’aggressione verbale da parte Le Iene. Il ministro avrebbe dovuto presenziare a una conferenza stampa, ma se ne è andata sgattaiolando tra le transenne per non incappare nella troupe televisiva. Il ministro parla di prevaricazione giornalistica, con l’insistenza di una domanda che non aveva a che vedere con i temi previsti dalla conferenza stessa.

Intanto Le Iene hanno lanciato su Facebook un video relativo alla presunta aggressione ai danni di Elsa Fornero. Nel video Filippo Roma dichiara:

«Visto che abbiamo letto dichiarazioni del ministro del Lavoro Fornero e del ministro della Salute Balduzzi, che parlano di insistenza, aggressività e persecuzione da parte di una troupe delle Iene, ci teniamo a precisare che da parte nostra non c’è stata alcuna aggressività e alcuna persecuzione. Semplicemente oggi, per la prima volta da quando è ministro, abbiamo provato a fare una domanda a Elsa Fornero sullo sfruttamento di 210 lavoratori dell’ISFOL, ente di ricerca che dipende dal Ministero del Lavoro. A questi lavoratori per anni sono stati fatti contratti irregolari e oggi il Ministero del Lavoro non vuole riconoscere loro quanto dovuto. Ecco le immagini, giudicate voi se si può parlare di persecuzione oppure no.»

Le immagini non mostrano violenza né veemenza fisica o verbale, piuttosto una persona che cerca di fare il proprio lavoro e viene fermata senza spiegazioni, quando in realtà forse sarebbe bastato un “no comment” per uscirne in maniera elegante. L’immagine pubblica della Fornero quindi compie l’ennesimo scivolone, sperando che anche stavolta non addebiti l’accaduto alla discriminazione femminile nei suoi confronti.

Fonte: TVblog.