Elsa Fornero vuole accelerare i tempi della riforma sulle pensioni. Le modifiche necessarie sostiene siano già state individuate, hanno soltanto bisogno di entrare in vigore in anticipo rispetto a quanto previsto. Nel suo intervento presso l’assemblea della Confederazione Nazionale dell’Artigianato, il ministro per il Welfare e il Lavoro del Governo di Mario Monti parla anche dei sacrifici per risolvere la crisi, che devono essere proporzionali alle effettive possibilità dei singoli o dei nuclei familiari.

Elsa Fornero vede nel rigore finanziario la ricetta per curare la crisi, inteso come:

Galleria di immagini: Elsa Fornero

«Una diversa cultura del rapporto tra individui e spesa pubblica, un elemento su cui lavorare molto anche con un’azione educativa. Il rigore, quindi, deve essere associato a uno stile d’azione improntato sempre alla sobrietà».

Un segnale positivo per le famiglie italiane sembra arrivare sul tema degli interventi contro la crisi, quando il ministro del Welfare afferma che non dovranno pesare unicamente sui “soliti noti”, ma riguardare ampie fasce di reddito, comprese quelle più ricche:

«I sacrifici devono essere calibrati alla capacità di singoli e gruppi di supportarli, perché non possono più essere i deboli a sopportare la parte peggiore dei sacrifici».

Parla però anche di crescita il ministro Fornero, ritenuta assolutamente necessaria per il rilancio del Paese:

«Ci saranno stimoli che dovranno tendere alla rimozione all’attenuazione di tutti quei lacci e lacciuoli che hanno mortificato crescita e opportunità di questo paese».

Fonte: La Repubblica