Emilio Fede si sarebbe lamentato del suo rapporto economico con Mediaset, dopo il licenziamento dei mesi scorsi. Tuttavia gode di un trattamento che potrebbe essere considerato non semplicemente di tutto rispetto, ma ben oltre: 20.000 euro netti al mese, la casa, l’ufficio e persino l’autista. Un premio economico che molti giornalisti più giovani ma precari, benché da molti anni al lavoro, possono solo sognare.

Galleria di immagini: Diana De Feo e Emilio Fede

E in questi tempi in cui Mediaset risente della crisi economica (si vedano i tagli di trasmissioni e anche di alcuni cachet eccellenti, un nome su tutti quello di Belen Rodriguez), non si tratta certo di una passeggiata. Ma Emilio Fede non ci sta e si lamenta. Anche se per il prossimo autunno ci dovrebbe essere in cantiere anche un programma.

Emilio Fede ha manifestato i suoi dubbi durante il programma radio La Zanzara su Radio24:

«20mila euro al mese sono niente per quello che ho fatto, mica sono stato lì a rubare. Non è che navigo nell’oro, non ho un appartamento di lusso. Non trasformiamo ventimila euro in un fondo ricchezza. Non significa essere ricchi e poi un po’ di soldi li passo a mia moglie e a mia figlia. Non è un contratto sontuoso. Non ditemi che sono la ricchezza, io ho lavorato per sessant’anni fino a 81 anni, e nell’ultimo periodo senza prendere un giorno di ferie.»

E il giornalista approfitta dell’intervista per parlare del suo futuro: vorrebbe fondare un movimento tutto suo e avere una lista per le prossime elezioni, in cui inserire, a sorpresa, anche lo scrittore Roberto Saviano. E parla anche del processo che lo vede coimputato con Lele Mora, spiegando che l’ha perdonato e che la dieta del carcere gli ha fatto bene, perché Mora è vistosamente dimagrito.

Fonte: Il Giornale.