Dopo che Silvio Berlusconi ha annunciato le sue dimissioni, anche Emilio Fede ha detto di voler lasciare la direzione del TG4. L’affermazione è arrivata nel corso di “Un giorno da pecora”, programma di Radio 2, dove il giornalista è stato intervistato per commentare gli ultimi fatti politici del Belpaese.

Emilio Fede non crede che l’era di Silvio Berlusconi finirà così e ha spiegato:

Galleria di immagini: Silvio Berlusconi in TV

«Non sono per niente triste, sono fuoribondo e inca***to. Prima di vedere Berlusconi finito io avrò superato i 120 anni. Lui ha una forza pazzesca. La grande colpa di Berlusconi è stata premiare i suoi nemici, invece doveva prenderli a calci lì dove non batte il sole. Quello che manca è la gratitudine.»

L’irritazione di Fede si deve soprattutto a quelli che sono stati definiti i traditori del PDL, come Gabriella Carlucci. Per Fede, le vicende di Berlusconi sono una sorta di immaginario proveniente dal film di Nanni Moretti, “Il caimano“, in cui alla fine accadeva che il personaggio di Berlusconi veniva abbandonato da tutti, anche da chi aveva beneficato politicamente.

Emilio Fede ha concluso annunciando anche le sue dimissioni, proclamando la sua fedeltà al premier:

«Se Berlusconi dovesse uscire dal ruolo di premier, lascerei la cosa a cui tengo di più al mondo dopo la famiglia. Se lui lasciasse la politica, gli chiederei di ospitarmi nella sua villa ad Antigua. Non condurrei più il TG4 perché mi dovrei confrontare con una paese diverso. Chiederei di fare un’altra trasmissione, un settimanale, non è che lascerei la televisione. Ma mi piacerebbe fare un bel rotocalco, come è stato TV Sette, di cui fui protagonista.»

Fonte: La Stampa.