Nell’area ex industriale di via Orobia 15, Massimo Giorgetti ha presentato la collezione Autunno Inverno 2016-2017 di Emilio Pucci. Il giovane stilista, creatore del marchio MSGM, prosegue il discorso iniziato con la sfilata primaverile, con la quale ha debuttato per la maison fiorentina.

Chi si aspettava un tuffo nella piazzetta di Capri, che ha fatto la fortuna del Marchese Pucci grazie alle sue stampe e ai suoi foulard, non è rimasto deluso: le creazioni di Giorgetti, infatti, sono declinazione e citazione del suo illustre predecessore.

A partire dalle attillatissime jumsuit in lycra, evidente richiamo a quelle tute da sci con cui Pucci iniziò, negli anni Cinquanta, la sua carriera da stilista. I celebri foulard della casa diventano degli abiti, dei tailleur, dei cappotti oversize.

Altrettanto fa con la tavolozza dei colori: l’azzurro polvere, il rosa cipria, il corallo si sposano e si fondono con il marrone, il viola, il bianco.

Galleria di immagini: Emilio Pucci, le foto della collezione Autunno Inverno 2016-2017

I maglioni con lo scollo a V trovano la loro seconda vita in dimensioni extra, i dolcevita con le zip si abbinano alla perfezione con gonne morbide dalle fantasie geometriche. Le camice si allungano, fino a diventare degli abiti squadrati e lineari.

E accanto alle zip, che fanno la loro comparsa anche sulle gambe dei pantaloni, trovano la loro ragione d’essere anche sovrapposizioni e maniche strutturate.

Le scarpe si allungano in punte decisamente esuberanti. Tra le novità introdotte dal designer già a settembre dello scorso anno, ci sono i due nuovi loghi, uno con la firma Emilio Pucci per esteso e uno con due P stilizzate, che contengono al loro interno una E.

Giorgetti si accomoda, quindi, sul solco della tradizione, trovando in nuove interpretazioni e infinite variazioni sul tema la sua ragione d’essere. La sua diventa così una moda casual, pensata per una donna sportiva e dinamica, che non rinuncia alla comodità ma non dimentica di essere femminile.