Emily Browning ha confessato di aver espressamente rifiutato persino di fare le audizioni per il posto di Bella Swan nella saga di “Twilight“, nonostante fosse stata la stessa scrittrice Stephenie Meyer ad averla designata come sua “Bella ideale”.

Ormai Bella Swan è Kristen Stewart ed Edward Cullen è Robert Pattinson, ma le cose potevano andare molto diversamente. Soprattutto se Emily Browning avesse deciso di dire di sì a quella che praticamente era una parte già sua.

Galleria di immagini: Emily Browning

A quel punto probabilmente non ci sarebbe stato nemmeno Pattinson, visto che l’ha voluto la Stewart.

La Browning, al cinema con Vanessa Hudgens in “Sucker Punch” ha dichiarato:

“L’autrice a un certo punto aveva dichiarato che io sarei stata la sua Bella ideale, ma ho scelto di non fare le audizioni perché ero a un punto della mia carriera in cui non ero più sicura di voler lavorare, di sicuro non volevo firmare per una trilogia così non ho fatto l’audizione.”

E gli amici pare che le facciano ancora rimpiangere la decisione presa:

“C’era un sacco di gente che mi diceva: “Hai detto di no?”. E io: “No, non è andata così”. “Te l’hanno offerto e tu hai detto di no?”. “No, non è andata così”. E ci sono state delle battaglie, ma semplicemente non ho voglia di lavorare adesso.”

La Browning a un certo punto ha deciso che il lavoro di attrice era proprio il suo mestiere, e oltre ad aver girato “Sucker Punch” era stata nella rosa delle candidate per diventare Biancaneve, in “Biancaneve e il cacciatore“, ruolo poi ironicamente soffiatole proprio da Kristen Stewart. Quando si dice il caso.