Si spengono i riflettori sui protagonisti di questa nona edizione di “Amici”, che ha visto trionfare su tutti Emma Marrone. E, come era avvenuto l’anno scorso, vince nuovamente la voce della Puglia, che altro non riesce a fare se non mandare in estasi il pubblico.

Sfida davvero difficile quella di ieri sera: una gara a colpi di inediti, cavalli di battaglia e brani in comune. Il tutto è avvenuto davanti a uno schieramento di grande livello, poiché erano presenti in studio molti rappresentanti di case discografiche italiane e numerosi conduttori radiofonici di un certo calibro. Fare bella figura e vincere: questo era la scopo dei quattro finalisti.

Si parte con un rvm che ha come protagonisti alcuni giovani ex di “Amici”: Alessandra Amoroso, Marco Carta e Valerio Scanu. Tre esempi di grande successo, per i quali il talent di Canale 5 è stato un buon trampolino di lancio per riuscire a scalare le classifiche musicali e ottenere risultati eccellenti.

Inizia la gara. Pierdavide Carone, essendo ultimo nella classifica di gradimento, deve scegliere tra Emma, Loredana e Matteo chi sfidare, e sceglie proprio il giovane tenore. I due si cimenteranno anche nella “prova musical”: Matteo si esibisce in un divertente “Hairspray”; Pierdavide, invece, sarà protagonista in “American Graffiti”. Ma arriva il momento del primo verdetto: si chiude il televoto tra i due e, con il 56% dei voti, vince Pierdavide.

Nessuna pausa, si riparte subito. Il giovane cantautore può scegliere se sfidare Emma o Loredana. Come prevedibile, rivolge il dito verso Loredana la quale, in splendida forma e super carica, riesce a sbaragliare la concorrenza. Dopo una serie di sfide tutte emozionanti da ambo i lati, al momento del verdetto del televoto, questo il risultato: Loredana passa con il 51% dei voti del pubblico.

Dulcis in fundo, arriva l’ultimissima sfida di questo “Amici 9”: Emma contro Loredana. Le rivali di sempre battagliano proprio nel round finale di questa edizione. Due caratteri forti, come le loro voci, si impongono sul palco lasciando a bocca aperta la schiera di discografici seduti di fronte a loro. Tutti le elogiano, come del resto avevano fatto anche con gli altri sfidanti, perché si sa, anche in tal caso ognuno ha il suo preferito.

Maria De Filippi chiude il televoto tra le due, ma non comunica subito il verdetto: poteva mancare nella finalissima un ospite d’eccezione? Ovviamente no, ed ecco che arriva sul palco Biagio Antonacci con il suo nuovo singolo.

Siamo arrivati quasi al capolinea, ma prima di scoprire chi tra Emma e Loredana solleverà il trofeo tanto ambito, ci sono alcune belle novità sia per Matteo che per Pierdavide. Viene lanciato un rvm il cui protagonista è il Maestro Daniel Oren, il quale propone al tenore di partecipare ad alcune serate al teatro dell’opera di Salerno. Matteo scoppia in lacrime e abbraccia la De Filippi ringraziandola. In merito a Pierdavide, non sarà il vincitore di questa edizione, ma ha comunque conquistato tutti con la sua dote nello scrivere, e non a caso il “Premio della Critica” del valore di 50.000 euro viene vinto proprio da lui, e viene premiato con queste parole:

Per aver dimostrato che la canzone italiana non è morta, che si possono usare insieme l’intelligenza e l’ironia.

Ci siamo: Emma e Loredana sono davanti al mega schermo in attesa del verdetto. Loredana propone di chiudere gli occhi e le due ragazze si tengono le mani senza guardare la famosa carta che gira e corre nello schermo di fronte a loro. E sulle note di “We are the champions”, a un tratto si gira la carta che raffigura Emma Marrone. Lei è la vincitrice di questa edizione. Scoppia in lacrime, si butta a terra e la raggiunge subito Alessandra Amoroso che tanto aveva creduto in lei.

Tra coriandoli, musica e pianti è scoppiato in studio un vero tifo da stadio, e ora non resta altro da fare se non augurare a tutti, vincitori e non, il successo che più si meritano. Perché, come ha detto Loredana, ora dovranno camminare con le loro gambe, non ci sarà nessuno che offrirà per sempre vitto e alloggio e insegnanti personali: in bocca al lupo di cuore a questi giovani, i quali dedicano se stessi alle loro più grandi passioni.