Non sempre si riesce a dimenticare un tradimento e metterci una pietra sopra, Emma Marrone, però, sembra essere riuscita a venire a capo di questa ingarbugliata situazione. Ha perdonato Stefano De Martino, confessa a Silvia Toffanin, che l’ha ospitata a Verissimo, ma il suo nuovo uomo dovrà ‘avere il cervello’, come a dire che il precedente ne era sprovvisto.

Non sono stati facili gli ultimi mesi per Emma Marrone, molte soddisfazioni in campo professionale ma nella vita sentimentale, ha sofferto molto. Per mesi le pagine dei giornali e la rete era indaffaratissimi a parlare del triangolo amoroso nato ad Amici 11, Emma Marrone da una parte, Belen Rodriguez e Stefano De Martino dall’altra.

Certo non è stato facile per la cantante salentina sopportare tutto questo e, nonostante tutto, continuare ad esibirsi per il girone dei big. Il pubblico era certamente con Emma Marrone, per quanto consolatorio, un tradimento brucia molto.

I protagonisti dell’imbarazzante triangolo sono stati tutti ospiti di Verissimo, ognuno ha detto la sua, Belen Rodriguez era più occupata a smentire la gravidanza, che è poi stata confermata. Fabrizio Corona non ha riservato parole dolci alla sua ex. Emma Marrone, invece, sembrava essere serena, forse rassegnata.

Qualche settimana fa lei stessa aveva dichiarato che qualcuno le faceva battere il cuore, ma non si trattava di amore. Forse questa consapevolezza ha aiutato Emma Marrone a superare il momento difficile. Tutto vissuto con molta dignità, anche se non ha risparmiato battute al veleno con Belen e Stefano. Quasi scontato, considerando che non deve essere stato facile sapere che dietro le quinte i due amoreggiavano.

Stefano De Martino, da parte sua, ha chiesto in qualche modo scusa a Emma Marrone, ammettendo di amare Belen Rodriguez. Ormai è tutta acqua passata, la vita va avanti e, a distanza di qualche mese, la cantante dice ‘sono ragazzi’, quasi a giustificare quell’errore con la giovane età.

L’esperienza negativa ha insegnato una cosa preziosa a Emma Marrone, il suo prossimo compagno ‘avrà un cervello, magari meno fisicato e sicuramente più maturo.