L’attrice inglese Emma Watson è la vera e unica protagonista di “Harry Potter e i doni della morte“, penultimo capitolo della famosa saga fantasy del maghetto di Hogwarts.

L’attrice, classe 1990, è cresciuta e maturata sul set di “Harry Potter”: da “Harry Potter e la pietra filosofale” nel 2001 diretto da Chris Columbus fino a “Harry Potter e i Doni della Morte” nel 2010 diretta da David Yates.

La Watson ha dimostrato negli anni di esser molto cresciuta a livello artistico – recitativo.

Nel penultimo film della saga di “Harry Potter”, la Watson ipnotizza e riesce a catalizzare su di sé tutta l’attenzione. Quando la tensione cala e il ritmo della pellicola scema, la Watson entra in scena e riesce a risollevare le sorti del film.

La pellicola inizia proprio con un tributo alla Watson nel ruolo di Hermione Granger. In uno dei primissimi fotogrammi, Hermione lancia l’Incantesimo Oblivion sui suoi genitori e, magicamente, scompare il suo profilo da alcune foto appese alla parete. Hermione poi sarà l’unica vera amica di Potter nell’intero film, e grazie ai suoi incantesimi e alla sua intelligenza riuscirà ad aiutare Potter nella sua difficile impresa.

Sempre attenta alle sfumature del suo complesso personaggio, la Watson risulta sempre incisiva e convincente nel suo ruolo.

La stessa critica inglese ha riconosciuto il talento dell’attrice inglese, che ha dimostrato soprattutto in questo ultimo film la sua maturità artistica, imponendosi come una delle migliori attrici di talento del panorama cinematografico internazionale in questo periodo.