Ritornano in seconda serata “Le iene“, con dei servizi spumeggianti e controversi come al solito. Stavolta va in scena, in particolare, il campione di pugilato Myke Tyson: a cercare di intervistarlo la iena Enrico Lucci. Ancora non è dato sapere se Lucci è riuscito nell’impresa: Tyson ha fama di essere imprevedibile, come accadde nel match che lo oppose a Evander Holyfield dove gli staccò un orecchio a morsi.

Lui, in fondo, è “iron” Mike, così veniva chiamato Tyson all’apice della sua carriera, per la sua forza che gli valse perfino una celebre battuta inventata da Brunello Robertetti, alias Corrado Guzzanti:

Più forte dell’odio è l’amore. Più forte dell’amore è Mike Tyson.

La scorsa puntata de “Le iene” ha registrato un grosso record in termini di ascolti, raggiungendo lo share del 25.28%, che diventa 31.31% sul target commerciale.

Si continuerà anche l’inchiesta sui ragazzi emo: già in passato, Nadia Toffa si è travestita da uno di loro e ha cercato di comprendere le ragioni che spingono questi ragazzi a seguire una moda nel migliore dei casi poco sana, e che comporta, secondo quanto affermato da una “pentita”, anche sesso promiscuo e senza protezioni, oltre che una leggerezza nel trattare l’aborto, in caso di gravidanza indesiderata e inattesa. La Toffa stavolta ha anche intervistato un organizzatore dei raduni di questi ragazzi.

Infine, complice la seconda serata, si parlerà di pornografia, data la presenza di uno dei più importanti nomi dell’hard italiano, il produttore Riccardo Schicchi, che parlerà dell’evoluzione del fenomeno.