Il ritorno di Enrico Mentana in TV, ha generato una sorta di reazione a catena all’interno del mondo dell’informazione, il nuovo TG di La7, sembra essere la dimostrazione che i contenuti all’interno di un notiziario sono ancora capaci di spostare gli ascolti.

Il nuovo TG non ha soltanto avuto un vero e proprio boom di ascolti rispetto al precedente, ma pare sia stato anche in grado di ringiovanire di molto l’età media degli spettatori.

Altro risultato inaspettato, è stato quello di far aumentare gli indici di ascolto anche delle altre edizioni dei TG di LA7, riuscendo a recuperare spettatori da altri notiziari. Uno dei passaggi chiave è stato di sicuro quello di aver spostato di un’ora l’edizione delle 12.30, ponendolo in concorrenza diretta con il Tg1.

Una risposta per spiegare l’impennata di ascolti avuta da Mentana, la fornisce Vittorio Bonori, uno dei massimi esperti di pubblicità in Italia, che dice:

È probabile che buona parte del pubblico senta la necessità di un’informazione più spontanea e, forse, in un momento di tensione come quello che stiamo vivendo, anche più neutrale. Mentana piace perché è visto come una voce autorevole e indipendente.