All’inaugurazione del nuovo look del TgLa7, Enrico Mentana esprime la propria opinione riguardo i telegiornali nazionali: secondo il direttore del nuovo TG dell’emittente La7, la somma delle informazioni rilasciate dai TG di Rai Uno e Canale 5 non darebbe al telespettatore una visione completa dei fatti.

Il giornalista, che tornerà in TV conducendo TgLa7 alle ore 20, promette al pubblico di fare informazione a 360 gradi, definendo il suo telegiornale un prodotto di concorrenza:

La somma delle due corazzate non fa completezza dell’informazione: la nostra sfida è quella di dare al pubblico un prodotto pluralista e completo nei contenuti. Se per assurdo i due maggiori telegiornali fossero pluralisti, dando allo stesso modo le notizie su Berlusconi e Bersani, senza sudditanza e con irriverenza, noi non avremmo spazio.

Potrebbe quindi essere l’occasione di sentire una fonte di informazione completamente differente dai TG Rai e Mediaset, nata probabilmente dall’esigenza di coloro che non sono soddisfatti dal modo di “fare notizia” in Italia. L’edizione delle ore 20 sarà l’appuntamento di riferimento per il pubblico di La7:

È la nostra l’edizione di riferimento e cercheremo di farla al meglio con l’ambizione di piacere a tutti, a prescindere dal colore politico, dal sesso e dall’età. Sarà un TG forte, lungo, completo e strutturato.

Ci saranno miglioramenti anche negli altri appuntamenti nell’offerta informativa dell’emittente La7: le Morning News del mattino saranno ripetute dalle ore 6 alle 6,45 mentre alle 7 si partirà con la rassegna stampa, meteo e prima edizione del telegiornale.

A seguire, gli spettatori potranno guardare “Omnibus”, “Il dubbio” con Enrico Vaime e “Www”, programma dedicato alle news trovate in rete e pubblicate sul sito di La7.

Saranno inoltre previsti alcuni cambi di orario: l’edizione pomeridiana del TG è stata spostata alle 13.30 mentre quella notturna è stata anticipata alle 23.45.