Erica Mou: la Puglia sforna ancora un astro nascente della musica italiana. Dopo i Negramaro, Caparezza e Dolcenera, è la volta di una cantante di Bisceglie, che si appresta a salire sul palco del Festival di Sanremo, edizione firmata per la seconda volta da {#Gianni Morandi}.

Come tutti i giovani cantanti di questa nuova edizione, anche Erica Mou, soli 22 anni, si era candidata online a partecipare alla kermesse. Sul social network Facebook era stato chiesto di votare i video e gli artisti che per opinione e gusto personali meritassero di salire sul palcoscenico dell’Ariston. A parte le classiche polemiche che accompagnano ogni anno l’inizio di un evento tanto seguito, la Mou è riuscita a superare la selezione, insieme ad altri 5 contendenti e 2 gruppi che avevano vinto in precedenza la selezione perché scelti direttamente dall’Accademia di Sanremo.

Galleria di immagini: Immagini di Erica Mou

Ed è così che esce vittoriosa dal concorso Sanremo Social che quest’anno aveva assunto le vere sembianze di un talent con decisione presa solamente dal popolo della rete. Insieme a Alessandro Casillo con “È vero”, Giulia Anania con “La email che non ti ho scritto”, Marco Guazzone con “Guasto”, Celeste Gaia con “Carlo” e Giordana Angi con “Incognita poesia” e ai gruppi già scelti in precedenza, Io Ho Sempre Voglia con il brano “Incredibile” e i Bidiel con “Sono un errore”, si appresta a vivere un’esperienza sicuramente nuova ed eccitante.

Erica presenterà a Sanremo il brano dal titolo “Nella vasca da bagno del tempo”, che è già possibile ascoltare in rete insieme agli altri suoi singoli e apparizioni live tratte dal suo primo CD solista “E”. Il brano presentato segue la linea musicale condotta dalla giovane cantante pugliese: ritmo incalzante mantenendo un’armonia e una dolcezza nella melodia che ricordano molto lo stile di Patrizia Laquidara e Simona Molinari, anche loro ex Sanremesi.

Brani come “Giungla”, che anticipa l’uscita dell’album stesso, “Vivere sul tuo collo” e “Epica” puntano sull’eleganza canora della cantante e sull’originalità in un momento tale che di novità sul palcoscenico italiano, se ne sentiva davvero l’esigenza, arricchite poi dalla maestria dell’arrangiatore musicale che è stato capace di mantenere quella bella sensazione provocata durante i live. Il palco di Sanremo si sa che è un grosso trampolino di lancio per i giovani artisti e non dimentichiamo che grandi artisti come Laura Pausini, Nek, Anna Tatangelo e Paola&Chiara hanno iniziato proprio dalla categoria giovani di una delle kermesse più importanti in Italia, che gode ancora dell’importanza e dell’allure del passato senza farsi intaccare dai moderni talent show.

Concludiamo dicendo che la brava cantante pugliese è stata “scoperta” da Caterina Caselli e sostenuta attivamente dalla casa discografica Sugar, non nuova nello scoprire giovani talenti (l’aveva fatto con i Negramaro ed Elisa), ha vinto il premio come Miglior talento dell’anno 2011 dal MEI, era in cartellone con la 3° edizione di Hit Week, festival di musica italiana in America svoltosi a NY l’ottobre scorso, e infine si è già esibita sui migliori palchi d’Italia: dal concertone del 1° maggio a Roma all’Arena di Verona. Non ci resta che augurare a lei e agli altri concorrenti buona fortuna, ricordandoci sempre che “Sanremo è Sanremo”.

Fonte: Repubblica