Alcuni errori di stile possono compromettere la carriera? Anche se l’immagine esteriore non è tutto, sul posto di {#lavoro} è rilevante più di quanto si possa pensare soprattutto se si desidera fare carriera.

Secondo Maggie Jessup, autrice del libro “Fame 101” e ideatrice della formula perfetta per acquistare celebrità, che a suo parere si ottine coniugando personal branding, pubblicità, promozione della propria immagine e sviluppo finanziario personale, lo stile è parte integrante del successo e della carriera di una persona.

Questo non vuol dire che dobbiamo forzare il nostro modo di vedere la {#moda}: vestiti e i colori devono essere scelti accuratamente tenendo conto della nostra persona, e non indossati a tutti i costi. Si dovrebbe scegliere, tra le varie alternative, quella che più si addice alle fattezze del nostro corpo. Ma cosa è necessario bandire dal nostro guardaroba per fare carriera?

Ogni vestito deve essere appropriato all’età: se vogliamo sentirci più giovani non possiamo farlo sul luogo di lavoro vestendoci da teenager, poiché così non verremo prese sul serio e perderemmo credibilità, necessaria per avanzare nella professione.

I colori devono seguire le stagioni ma anche accostarsi al colore della pelle: mai osare con gradazioni sgargianti e fluorescenti, poiché anche in questo caso l’immagine che diamo di noi sarebbe poco credibile. Oltre al classico tailleur è possibile optare per un look maschile, anche gessato, da abbinare a un paio di tacchi eleganti senza mai dimenticare la praticità.

Uno stile sobrio, quindi, che tuttavia non significa imitare completamente i colleghi maschi: le nuance non devono essere solo nero e grigio, ma dovrebbero spaziare dal camoscio al tessuto lucido laminato, alla sfumatura moka, giungendo fino al color avio ma restando sempre su toni opachi.

Anche gli accessori contano, e non devono passare in secondo piano soprattutto quando il capo scelto non ci convince. Meglio prediligere quelli più ricercati, che sono in grado di nobilitare anche un look mediocre e aggiungono personalità. Pertanto, al bando ballerine e borse piccole e poco professionali, nel guardaroba non devono mancare maxi pochette con fibia, stivali alti e tracolle in camoscio.

Ma attenzione ai marchi o loghi troppo vistosi: non è consigliabile l’uso di capi e prodotti sfacciatamente riconoscibili. Per non passare mai inosservata la donna in carriera dovrebbe scegliere accuratamente anche l’acconciatura: mai affidarsi a un parrucchiere alle prime armi o prepararsi tinte per capelli fai da te. Infine, meglio evitare di andare dal parrucchiere chiedendo un taglio da liceale: si può scegliere un look aggressivo e allo stesso tempo sbarazzino, ma sempre con equilibrio.

Fonte: SingleMindedWomen