L’elastico è uno tra gli attrezzi più economici e gli esercizi con elastici da fare a casa sono tempo più efficaci e fondamentali per rassodare i muscoli del corpo. Dalle braccia fino alle gambe, questo aiuterà a ritrovare la forma tanto desiderata, specie se ci si sta preparando per la tanto agognata prova bikini in vista dell’estate.

Elastici da fitness: come sceglierli

Questo prevede più versioni, che poi sarebbero i gradi di resistenza: soft per chi è alle prime armi, medium per chi invece è già a buon punto e hard per gli esperti. L’elastico da fitness andrà scelto ovviamente a seconda del risultato che si vorrà ottenere, ma per chi è alle prime armi ovviamente viene consigliato di utilizzare la versione più semplificata e facile per poi salire di livello man mano che vengono svolti gli esercizi con il passare delle settimane. Questo fino ad arrivare all’elastico più duro e resistente, adatto agli esperti, per andare così a definire al meglio i propri muscoli. Dopo aver scelto il tipo di elastico adatto alla propria condizione fisica, allora si  una serie di esercizi mirati che andranno a tonificare la parte del corpo interessata, dai muscoli delle braccia fino a quelli delle gambe, in particolar modo per rassodare il lato B.

Esercizi con elastici per braccia, spalle e petto

  • Rimanendo in piedi, con le gambe leggermente divaricate in linea con le spalle, posizionare l’elastico sotto i piedi e prendere le due estremità con le mani, una ciascuna. Mantenendo la schiena ben dritta e le ginocchia morbide, tirare l’elastico piegando il braccio verso le spalle, come se si stesse svolgendo un classico curl, per poi tornare nella posizione di partenza. Questo esercizio può essere svolto un braccio alla volta o simultaneamente entrambe insieme. Da eseguire per almeno tre serie da trenta ripetizioni ciascuna.
  • Per intensificare l’esercizio, da svolgere sempre con l’elastico sotto i piedi e tenendo gli elastici con le due estremità, piegare le braccia verso le spalle per poi distendere le braccia verso l’alto. Tornare poi nella posizione del curl per tornare nella posizione iniziale con le braccia lungo i fianchi. Anche questo esercizio può essere svolto un braccio alla volta o contemporaneamente con tutte e due, con almeno tre serie da trenta ripetizioni ciascuna.
  • Per spalle e tricipiti. Tenendo sempre l’elastico sotto i piedi (in linea con le spalle) prendere le due estremità con le rispettive mani e tirarle fino ad altezza spalle piegando le braccia con i gomiti verso l’esterno. Da svolgere per almeno tre serie da trenta ciascuna, a scelta se un braccio alla volta o tutte e due contemporaneamente.
  • Per concentrarsi invece sui tricipiti bisognerà sempre posizionare l’elastico sotto i piedi afferrando le due estremità con le rispettive mani. Distendendo le braccia verso l’altro, ben dritte e con i palmi delle mani verso l’interno, piegarle all’indietro verso la schiena, per poi tornare a distenderle verso l’alto. Perché sia efficace l’esercizio dovrebbe essere svolto per almeno tre serie da trenta ripetizioni ciascuno.
Fotostoria: Gli esercizi fisici più facili da fare a casa per perdere peso

Esercizi con elastici per gambe e glutei

  • Per tonificare l’interno coscia andrà legata un’estremità dell’elastico alla gamba di un tavolo assicurando l’altra alla propria caviglia. Mettendosi di fianco al tavolo con la gamba libera svolgere degli slanci laterali con la gamba legata all’elastico, mantenendola ben tesa. Dopo aver svolto dieci ripetizioni cambiare gamba e svolgere l’esercizio per almeno tre set per gamba.
  • Sempre con questo metodo della caviglia legata all’elastico si possono svolgere sempre degli slanci, questa volta all’indietro. Mettendosi di fronte al tavolo, ad una discreta distanza, poggiare le mani su di esso abbassando di poco la schiena ma tenendola sempre ben dritta. A questo punto si può procedere con gli slanci all’indietro che andranno fatti sempre tenendo la gamba ben dritta per due set da trenta ripetizioni per gamba.
  • Per tonificare la parte esterna del gluteo basterà legare l’elastico facendo passare dentro i piedi. Sdraiandosi a terra su un fianco, slanciare verso l’alto la gamba libera (se ci si sdraia sul fianco destro si slancerà la gamba sinistra), mantenendola il più dritta possibile. Da svolgere per almeno tre serie da venti ripetizioni per gamba ciascuno.
  • Mantenendo sempre l’elastico con le estremità legate con dentro i piedi, mettersi a pancia in giù e, con le gambe ben dritte e contraendo i glutei, svolgere degli slanci verso l’altro. Da svolgere per almeno tre serie da trenta ripetizioni per gamba.
  • Un esercizio successivo prevede un piccolo twist: con la gamba sinistra dentro l’elastico legato, prendere con la pianta del piede destro parte di questo, svolgendo una sorta di slancio con gamba piegata. Contraendo i gutei e con il ginocchio ben poggiato al suolo, piegare la gamba fino ad arrivare al gluteo, facendo sentendo la resistenza dell’elastico. Da svolgere per almeno tre serie da venti ripetizioni ciascuno per gamba.