Sono la maniera perfetta per tonificare tutta la parete addominale ma anche per smaltire il ventre gonfio che troppo spesso rovina la silhouette: gli esercizi con la fitball per gli addominali, infatti, grazie a questo attrezzo riescono ad aumentare l’efficacia di ogni singolo movimento.

La fitball, dalla sua introduzione presso le palestre, si è rivelato un attrezzo polivalente, adatto sia a movimenti dolci come quelli della preparazione al parto, della pratica del pilates e dello streching anche in caso di stiramenti, ma anche in caso di tonificazione.

La parete addominale spesso è più rilassata di quanto vorremmo: per migliorare il fisico e dire addio al fastidioso adipe che non ci permette di indossare quello che vorremmo con disinvoltura, gli esercizi addominali sono l’ideale. Ovviamente, per raggiungere questo scopo sono fondamentali anche una dieta corretta e uno stile di vita salutare.

Se gli esercizi con la fitball vi sembrano troppo complessi, ecco un video tutorial di DireDonna in cui i master fitness trainer Marco Giannuzzi e Tania Simonetti, della palestra romana H2o Concept, spiegano passo passo due esercizi semplici e utili per tonificare la parete addominale.

Come eseguire gli esercizi con la fitball per la parete addominale

Gli esercizi con la fitball per gli addominali illustrati nel video tutorial sono a corpo libero e possono dunque essere eseguiti sia in palestra che a casa su un tappetino da fitness, preceduti sempre dal giusto riscaldamento e seguiti dal necessario stretching.

Siete ora pronti per i vostri esercizi con la fitball per gli addominali.

  • 1° Esercizio: sedetevi sulla palla e scivolate in avanti, portate i piedi in avanti sempre mantenendo la larghezza del bacino, dovete così riuscire a triangolare l’appoggio della schiena sulla fitball con i piedi. L’ombelico deve essere tirato verso dentro, la schiena appoggiata bene alla gomma della fitball e, alzando un po’ le spalle, il mento va sempre in atteggiamento neutro. Da questa posizione iniziate a flettere il busto in avanti soffiando e tornate giù: questo vi permetterà di lavorare la parete addominale in un momento di instabilità di appoggio e aumentare lo sforzo. Di questo esercizio fate 3 serie da 20 ripetizioni. Tra una serie e l’altra fermatevi e recuperate o con la testa in appoggio alla fitball o tornando in posizione seduta.
  • 2° Esercizio: si tratta di un esercizio di contrazione degli addominali attraverso un appoggio instabile degli arti inferiori. Appoggiate i palmi delle mani a terra e con gli arti inferiori cercate la fitball che dovrà essere posizionata a metà strada tra il ginocchio e le caviglie. I piedi dovranno essere posizionati tra la larghezza del bacino e la larghezza delle spalle: a questo punto dovete cercare l’attivazione della parete addominale con i glutei e quadricipiti contratti. Ora eseguite l’esercizio: avvicinate le ginocchia sotto il bacino soffiando e quando le spingete indietro prendete aria. Di questo esercizio fate 2/3 serie da 10 ripetizioni; riposatevi tra una serie e l’altra tornando in posizione appoggiando prima un piede e poi l’altro.