Lo step è uno degli esercizi di aerobica più facili in assoluto, nel quale si combinano diverse sequenze di passi e movimenti delle braccia, dando vita a piccole e simpatiche coreografie. Questo tipo di allenamento permette non solo di bruciare calorie e metabolizzare i grassi, ma anche di migliorare la resistenza, la coordinazione, la potenza dei muscoli e la mobilità.

Com’è sempre necessario prima di iniziare qualsiasi nuovo programma di allenamento, è bene capire quali sono i vantaggi e le precauzioni da prendere, onde evitare qualunque possibile rischio.

Galleria di immagini: Aerobica zumba

Fare aerobica con lo step è un valido allenamento completo ed efficace e nello specifico permette di rassodare gambe e glutei: con una serie di passi alternati e magari con l’ausilio di una musica coinvolgente che stimoli l’esercizio, si rivela l’ideale per tonificare la muscolatura posturale ed equilibrare la massa corporea.

Bisogna comunque eseguire gli esercizi in modo corretto, ovvero alternare le gambe e non fare più di cinque step consecutivi per gamba, per evitare di appesantire il ginocchio. L’attrezzo che si utilizza per gli allenamenti non dev’essere né troppo basso né troppo alto: si consiglia un’altezza di 4 pollici per i principianti e 12 pollici per gli esperti. Attenzione, infine, a non fare più di 122 passi al minuto.

State attenti a verificare che tutti i componenti dello step siano fissati correttamente e saldamente prima di iniziare l’esercizio. Le ginocchia devono stare sempre leggermente piegate, la schiena leggermente in avanti, non bisogna effettuare movimenti rotatori sulla gamba che sopporta tutto il carico del corpo. Non appena avremo terminato la serie di passi, bisogna scendere dallo step appoggiando per prima la punta del piede, e non la pianta o il tallone.

Lo stepper o il mini stepper, l’attrezzo che si deve utilizzare, simula la salita dei gradini delle scale e si può comprare e utilizzare tranquillamente a casa. È consigliato effettuare tre sedute settimanali di circa 40 minuti, di cui i primi cinque di riscaldamento ad un ritmo basso e con un carico molto leggero, 30 minuti intensi e gli ultimi cinque di defaticamento ancora ad un ritmo basso e con una carico leggerissimo. Si deve concludere con esercizi di stretching.

Coloro che non sono per nulla allenati è bene che inizino con un allenamento molto leggero, pari a 15 minuti (5+5+5), e successivamente aumentare un po’ il tempo.

Di seguito alcuni esercizi con lo step, proposti in video.