Il tennis è uno degli sport più praticati in Italia e anche uno dei più completi: unisce infatti tattica, capacità fisica e tecniche ben precise. Per chi non ha tempo o modo di prendere lezioni o scendere in campo con gli amici ecco alcuni esercizi fisici che si ispirano a questo sport, mirati ed estremamente efficaci.

Le navette, o scatti brevi, richiamano proprio la tecnica del tennis di scattare velocemente da una parte all’altra del campo per colpire la palla. Ottimi da praticare all’aperto, consistono in una serie 3 scatti di diversa lunghezza. Tracciate sul terreno tre punti a diversa distanza dalla partenza e raggiungete il primo correndo il più velocemente possibile. Poi tornate al punto di partenza e la seconda volta scattate fino al secondo punto, e così via. Questo esercizio è ottimo per migliorare la resistenza cardiaca.

Il salto della corda – oggi conosciuto come Jump Fit, una vera e propria disciplina del fitness tra le più praticate – consente di bruciare molte calorie, tra le 400 e le 500 in mezz’ora, un ottimo numero in termini di rapporto tempo/consumo, rafforza la muscolatura di gambe e polsi e migliora la resistenza. Anche questo esercizio fisico può essere praticato all’aria aperta, al parco o in giardino. Fondamentale il giusto abbigliamento, in special modo le scarpe che devono assicurare un buon sostegno a piedi, caviglie e ginocchia.

Un po’ più impegnativi i piegamenti con torsione del ginocchio. Si svolgono inizialmente come dei piegamenti normali, salvo poi portare il ginocchio in avanti, verso il petto e in un terzo momento distendere la gamba verso l’alto. Utili per allenare e potenziare la parte superiore dell’addome, le flessioni vanno eseguite in modo corretto per non incorrere in stiramenti, strappi o problemi alla spalla dato che è l’articolazione più stimolata durante questi esercizi.

La corretta posizione di partenza consiste nello stare distesi a pancia in giù con i palmi delle mani poggiati a terra, le braccia aperte all’altezza delle spalle e solo le punte dei piedi poggiate per terra. Sollevandoci, il busto deve essere perfettamente diritto (niente schiena inarcata) e le gambe distanziate tra loro di una ventina di centimetri. Le mani devono essere in linea con le spalle e le braccia semi-flesse.

Prima di praticare qualunque tipo di {#allenamento} è importante riscaldare i muscoli con alcuni minuti di stretching per prepararli e mantenerli elastici, riducendo così il rischio di danni e infortuni. Anche il raffreddamento non dovrebbe mai essere lasciato da parte: dopo l’allenamento i muscoli sono infatti caldi e si allungano e stirano con ancora più facilità ed efficacia.

Fonte: Sanihelp.