L’attività fisica fa bene allo spirito e soprattutto al corpo, brucia i chili di troppo, taglia il colesterolo nel sangue e mantiene tonica la muscolatura. Però dev’essere fatta in modo corretto: effettuare fitness in modo sbagliato, infatti, può essere controproducente e non servire a nulla.

In altre parole, il copro non trae beneficio dall’attività fisica, con la conseguenza che il fitness diventa fonte di infortuni più o meno gravi. Pertanto, meglio evitare alcuni errori fondamentali.

=> Scopri il fitness per dimagrire: meglio breve ma intenso

Il primo riguarda il cosiddetto “ginocchio di chi fa corsa”, secondo il quale l’articolazione fra gamba e coscia può venire sollecitata in maniera eccessiva senza un adeguato allenamento, con conseguente infiammazione. I dolori sono dovuti a muscoli duri e tirati nel polpaccio e nel quadricipite femorale e muscoli deboli nella parte anteriore della coscia. Il rimedio? Pre-esercitarsi muovendo molto il ginocchio e rinforzando le cosce.

=> Scopri le tendenze fitness per il 2013

Un altro errore comune è quello di saltare il riscaldamento: dagli atleti professionisti agli sportivi “della domenica”, tutti dovrebbero iniziare con un po’ di cyclette moderata, con qualche salto a piedi uniti sul posto o una leggera corsetta di pochi minuti. Subito dopo, un paio di minuti di stretching. In assenza di questo, la seduta di pesi in palestra può trasformarsi in una fonte di dolorosi strappi muscolari o crampi.

Attenzione poi a non fare i pesi tenendo le cambe rigide e diritte: anziché rafforzare i muscoli di coscia e gamba si mette pressione sull’articolazione, con conseguenti dolori sempre in agguato. L’ideale, pertanto, è piegare le gambe e tenerle leggermente divaricate.

=> Scopri come motivarsi in palestra a gennaio

Un altro errore da evitare è quello di sbagliare la respirazione durante gli sforzi in palestra: trattenere il fiato in certi momenti, infatti, tende i muscoli del collo aumentando la probabilità di stiramenti alla base della testa. In secondo luogo, non dà beneficio al cuore. Senza contare che il non respirare provoca una postura sbagliata riducendo la qualità e l’utilità del’allenamento.

Altri errori comuni? Sbagliare a fare gli squat, piegando eccessivamente le ginocchia (meno di 90 gradi) o la schiena, che deve rimanere diritta; utilizzare la cyclette senza la adeguata “resistenza”, reggersi con mani e braccia durante la corsa sul tapis roulant o effettuare lo stretching a muscoli freddi.

Fonte: Times of India