Gli elastici sono un attrezzo fantastico per eseguire esercizi per la schiena e lo sono per una serie di ragioni. Oltre ad essere facilmente acquistabili, consentono di allenarsi anche in casa, non occupano spazio (al contrario di altri attrezzi ingombranti) e sono piuttosto efficaci quando si hanno problemi alla schiena. In più, proprio perché possono essere utilizzati comodamente a casa propria, permettono di allenarsi quando si vuole, in totale libertà e in base alle proprie esigenze di vita privata e lavorativa.

Perché allenarsi in casa con gli elastici

Allenarsi con gli elastici consente di eseguire movimenti che aiutano a rassodare e a far lavorare i muscoli. La loro caratteristica principale è infatti quella di migliorare la forza e la resistenza in generale. Anche per questo gli elastici vengono spesso impiegati per programmi rieducativi e funzionali, soprattutto per aiutare coloro che hanno subito traumi e devono recuperare la piena funzionalità del muscolo. Gli elastici consentono anche di eseguire esercizi personalizzati: permettono infatti di controllare il carico e di graduarlo, utilizzando un numero minore oppure maggiore di elastici.

Esercizi per la schiena da fare in casa con gli elastici

Una volta che ci si è procurate gli elastici, si può iniziare un piccolo programma di allenamento che prevede alcuni semplici esercizi per la schiena. Eccone alcuni esempi da ripetere a casa.

  • Il primo esercizio prevede che parte dell’elastico venga tenuto fermo facendolo passare sotto i piedi. Stando in posizione retta, dunque, si divaricano leggermente le gambe, si piega leggermente il busto in avanti e poi, tenendo due estremità dell’elastico nelle mani, si aprono e si chiudono lentamente le braccia, aiutandosi con la respirazione e cercando di mantenere sempre ben teso l’elastico.
  • Il secondo esercizio prevede che si resti sempre in piedi, con l’elastico che viene impugnato da entrambe le mani. Le braccia, a questo punto, si tendono in avanti e si apriranno e si chiuderanno cercando di allungare del tutto l’elastico. La schiena va mantenuta dritta durante l’esercizio.
  • Il terzo esercizio richiede che si torni a fermare l’elastico con i piedi mentre l’estremità superiore viene impugnata con le mani. A questo punto, per procedere con l’allenamento, si tendono le braccia verso l’alto, cercando di allungare l’elastico il più possibile.
  • Il quarto e ultimo esercizio per la schiena prevede che l’elastico venga fermato al suolo reggendolo con uno dei piedi, che l’altra estremità venga afferrata con la mano e che a questo punto il braccio si alzi, compiendo un movimento laterale, per poi infine tornare in basso, nella posizione iniziale.