Tutte le donne che desiderano un fisico asciutto e armonioso dovrebbero conoscere una serie di esercizi per pancia piatta che, eseguiti in maniera corretta e con costanza, sono davvero efficaci per eliminare questo inestetismo.

Per ottenere un ventre piatto e una silhouette invidiabile, perfetta per indossare senza timore le jumpsuit così di tendenza come il tubino nero, classico intramontabile, il primo passo è senz’altro un regime alimentare corretto. Una dieta bilanciata in tutti i suoi componenti, varia e ricca di frutta e verdura, infatti, è alla base di un corpo sano e pronto per fare il giusto movimento.

Gli esercizi per la pancia piatta, quindi, si uniscono alla corretta alimentazione con la loro azione mirata, dedicata alla zona su cui è necessario lavorare per ottenere i risultati sperati.

Nel video tutorial di DireDonna, i master fitness trainer Marco Giannuzzi e Tania Simonetti, della palestra romana H2o Concept, spiegano e mostrano tre esercizi per pancia piatta specifici e particolarmente efficaci.

Come eseguire gli esercizi  per pancia piatta

Gli esercizi per pancia piatta illustrati nel video tutorial sono a corpo libero, e possono dunque essere eseguiti in palestra come a casa, su un tappetino da fitness. Fondamentale, però, che siano preceduti dal giusto riscaldamento e seguiti dal necessario stretching.

Siete ora pronti per eseguire 3 esercizi per tonificare la pancia.

  1. Per eseguire il primo esercizio: sdraiatevi a terra con la schiena ben schiacciata sul pavimento e le mani dietro la nuca. Le spalle devono essere lontano dalle orecchie, il bacino e la pianta dei piedi appoggiati bene a terra, le ginocchia posizionate più o meno a 90° gradi, alla stessa distanza delle spalle e l’ombelico tirato dentro. A questo punto iniziate l’esercizio alzando la testa da terra, sollevando la schiena ma non troppo. e lentamente buttate fuori l’aria. Tornate poi nella posizione iniziale. Eseguite 3 serie da 15 ripetizioni; tra una serie e l’altra fermatevi, recuperate e riprendete quando sarete pronti.
  2. Il secondo esercizio è un reverse crunch. Sdraiatevi a terra, braccia lungo i fianchi, spalle lontane dalle orecchie in atteggiamento naturale e collo ben allungato. Portate gli arti inferiori verso l’alto, stendete le gambe con il ginocchio leggermente flesso e la punta dei piedi verso le ginocchia. Da questa posizione, senza spingere sulle spalle, avvicinate le ginocchia verso le spalle e tornate nella posizione iniziale: l’esercizio va dunque svolto come se voleste alzare la schiena da terra, ma dal basso verso l’alto, alzando il bacino. Mentre salite espirate e quando scendete riprendete aria. Di questo esercizio fate 3 serie da 15 ripetizioni; tra una serie e l’altra fermatevi, recuperate e ricominciate quando siete pronte.
  3. Per eseguire il terzo esercizio: bisogna eseguire una plank sui gomiti. Mettetevi a pancia sotto e appoggiate i gomiti a terra alla distanza delle spalle, che devono essere lontane dalle orecchie. L’ombelico deve essere tirato dentro, bisogna alzare le ginocchia da terra, contrarre i glutei e tenere la testa in atteggiamento neutro. Cercate di respirare inspirando con il naso e espirando con la bocca, sterno e ombelico ben allacciati, i quadricipiti – che sono i muscoli femorali – contratti e i talloni che spingono verso dietro. Rimanete in questa posizione tra i 10 e i 15 secondi e tornate a terra appoggiando le ginocchia sul tappetino. Fate questo esercizio per 3 volte.