Esibire braccia al top, specie d’estate, quando l’abbigliamento impone di scoprirsi di più, è un’esigenza irrinunciabile per tutte: per tonificare le braccia, comunque, non è necessario un lungo allenamento in palestra ma solo qualche esercizio fitness.

Anche a casa infatti,  grazie all’home fitness, con un po’ di costanza è possibile ritagliarsi qualche minuto al giorno da dedicare a degli esercizi ad hoc, perfetti per rendere più tonici bicipiti e tricipiti ed evitare il classico effetto “tendina” che si verifica quando la pelle è troppo rilassata.

Ecco allora su quali esercizi è bene puntare per tonificare le braccia.

  • Con la bottiglia. Se non si possiedono i classici pesi da sollevare, si possono utilizzare due semplici bottiglie d’acqua da un litro. Stando in piedi, con le gambe leggermente divaricate, si stringono i pesi nelle mani e si porta il braccio destro fino al petto e poi indietro, alternandolo con il sinistro. Potranno bastare due serie da 10 ripetizioni, anche riposandosi tra una serie e l’altra.
  • Esercizi per rassodare i tricipiti. Per rassodare invece i tricipiti è possibile fare un altro tipo di esercizio: in piedi, con le gambe leggermente divaricate e la schiena dritta, è necessario tenere in mano un peso (anche una bottiglia) e alzare il braccio sopra la testa, piegando il gomito e facendo andare il peso verso la schiena finché il gomito non formerà un angolo di 90 gradi. L’ esercizio va ripetuto per 10 volte a braccio per due volte.
  • Allenamento soft. Sempre per rassodare i tricipiti, si può tentare questo esercizio più leggero: a gambe divaricate, con le ginocchia leggermente piegate, si stendono le braccia all’indietro con i palmi delle mani verso l’alto. Da questa posizione basterà eseguire delle piccole spinte verso l’alto. Visto che i movimenti sono brevi, però, saranno necessarie almeno 50 ripetizioni.
  • Da seduta. Anche stando seduti su una sedia è possibile far lavorare le braccia e renderle più toniche. Si portano le braccia verso l’alto con i gomiti vicini alle orecchie e le si piegano dietro la testa. Quindi si comincia a stendere il braccio destro portando il peso verso il soffitto e mantenendo sempre il gomito destro vicino all’orecchio destro. Quante serie fare? Almeno 3 serie da 10 ripetizioni con il braccio destro e altrettante con il braccio sinistro.
  • In acqua. Per tonificare le braccia, infine, il nuoto è la soluzione ideale, perché fa lavorare in egual misura la parte inferiore del corpo e quella superiore. Per potenziare l’effetto del nuoto sulle braccia è possibile utilizzare anche degli strumenti speciali, come le palette palmari che, a contatto con l’acqua, aumentano lo sforzo muscolare. Lo stile di nuoto ideale per allenare le braccia? Sicuramente lo stile libero.